VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa. Mercoledì 4 luglio al via il terzo campo per Casa Cimacesta. Ottantadue sono i ragazzi di prima e seconda media che vi partecipano, provenienti da venticinque diverse parrocchie della diocesi, nove gli educatori guidati dal capocampo Roberto Amadio e dall'assistente don Andrea Dal Cin, con Mariuccia Nardin capocasa e AnnaRita Barzan cuoca.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

LDI

 

LABORATORIO D’IDEE
(LDI)

 
OBIETTIVO:
luogo di incontro e confronto fra giovani e adulti per una lettura della realtà socio – politica ed economica nel nostro territorio, con l’impegno di proporre attenzioni e stimoli nuovi e capace di attivare sinergie progettuali.
 
STORIA:
l’origine del laboratorio si evidenzia nel documento programmatico associativo 2011-2015 dove, a pagina 10, viene indicato come “impegno concreto” dell’Azione Cattolica diocesana di Vittorio Veneto. Il primo incontro si è tenuto a Conegliano, nelle sale della parrocchia di Madonna delle Grazie, il 29 settembre 2011.
Molti sono gli ambiti nei quali, fin da subito, il Laboratorio ha ravvisato la necessità di intervento: economia e lavoro, ecologia, mafia, giustizia, trasparenza amministrativa e finanziaria, scuola di formazione all’impegno sociale e politico.
L’avvio, in concomitanza, del cammino del Convegno Diocesano “Abita la terra e vivi con fede” ha segnato il cammino del primo anno di lavoro: gli stimoli di riflessione e confronto suggeriti dai sussidi predisposti per i lavori del Convegno hanno lanciato alcune piste di lavoro sovrapponibili alle questioni che erano state indicate nel Laboratorio. E’ così che il lavoro del Laboratorio si è concretizzato, in breve, in un contributo utile per la fase finale del Convegno stesso; negli “Atti del Convegno” si rinvengono oggi alcune idee maturate all’interno del Laboratorio a conferma della validità degli obiettivi ispiratori e il “sentire comune” intorno ad essi.
Nei primi mesi del 2012, il Laboratorio di Idee è stato anche incaricato dal Consiglio Diocesano AC di lanciare una proposta educativa significativa in vista dei campiscuola estivi: su queste basi si rivolse l’attenzione ad una traduzione operativa dei nuovi stili di vita che erano stati sollecitati dal Convegno. L’idea è stata quella di porre attenzione, in particolare, sull’utilizzo dell’acqua quale elemento indispensabile alla vita umana, ma il cui approvvigionamento non è sempre posto su basi paritarie nelle varie zone del mondo. E’ nata l’idea di uno strumento, simpaticamente chiamato “idrosprecometro”, con la funzione di misurare l’acqua prelevata ma non consumata, al fine di dare lettura visiva delle conseguenze che un atteggiamento di superficialità verso le risorse naturali può produrre (il nostro spreco è un minor consumo per altri in condizioni di maggior bisogno).
Dopo la pausa estiva, la ripresa dei lavori ad ottobre 2012 ha indicato l’approfondimento dei temi economici come filo conduttore dell’attività del Laboratorio.
In particolare, una serie di appuntamenti a livello diocesano vanno a delineare un impegno concreto per il Laboratorio: più puntualmente, si intravede la possibilità di organizzare un incontro con alcuni rappresentanti del mondo bancario per un confronto su alcuni temi economici: il ruolo della finanza per lo sviluppo; strumenti possibili per supportare progetti di innovazione, di ricerca, delle energie rinnovabili, di imprenditorialità dei giovani; di una conoscenza degli Istituti di Credito Cooperativo e Banca Etica.
L’incontro si porrebbe come tappa finale di un percorso più ampio che inizia col percorso di riflessione etica offerto dall’AC e prosegue poi con la Settimana Sociale organizzata a livello diocesano.
 
COMPOSIZIONE:
il Laboratorio di Idee si compone attualmente di 7 membri, fra cui: i Vice Presidenti diocesani del Settore Adulti di AC e 3 membri del Consiglio Diocesano.
 
PERIODICITA’:
il Laboratorio si ritrova all’incirca ogni 30/45 giorni; frequenti sono le condivisioni via mail fra i membri di notizie e riflessioni tratte da articoli di quotidiani, riviste o di opportunità di incontro e formazione
 
RECAPITI:
il Laboratorio si è dotato di una mail specifica: aclabidee11@gmail.com, alla quale si possono indirizzare eventuali comunicazioni.
 


 
ARTICOLI:


DOWNLOAD: