VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

febbraio 2020
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
242526272829 

NEWS ACVV

XVII Assemblea diocesana di Azione Cattolica
"Abitati dalla speranza" è il titolo della 17° assemblea elettiva dell'Azione Cattolica. L'appuntamento è domenica 16 febbraio, nel Seminario diocesano, alle 9.00. Dopo la preghiera iniziale e l'introduzione della Presidente diocesana Emanuela Baccichetto, ci sarà la presentazione del Documento di fine triennio e l'intervento del Delegato nazionale. Alle 10.30 apertura dei seggi per le votazioni per il nuovo Consiglio diocesano e la presentazione del Documento programmatico 2020-23; dopo il pranzo a buffet, la consegna della nomina episcopale ai presidenti parrocchiali e ai coordinatori foraniali e la proclamazione degli eletti al Consiglio diocesano. La Santa Messa, alle 15.00, presieduta dal vescovo Corrado, chiuderà l'assemblea.

Giornata di spiritualità Adulti Terza Età
La Casa San Martino di Tours a Vittorio Veneto, (Castello Vescovile) ospiterà l'incontro di spiritualità per adulti e adultissimi in programma per mercoledì 19 febbraio p.v. "Egli se ne andava per città e villaggi - abitare la città con giustizia" il tema dell'incontro guidato da don Andrea Dal Cin. Per iscrizioni ed informazioni: Ufficio diocesano Ac, tel. 0438/940374. Per chi avesse difficoltà per il trasporto, è disponibile un pulmino.

"Anche Si....gnore" smartbox spiritualità
Incontri di accostamento alla Parola per i giovanissimi delle prime classi delle superiori: mercoledì 19 febbraio a Brugnera, asilo, ore 20.15

EVENTI

XVII Assemblea Diocesana Cammino Assembleare 2020 XVII Settimana Sociale Diocesana AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Instagram AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

CAMMINO ASSEMBLEARE

Rispondere con fede e gratuità

 
Era novembre quando il Laboratorio della Comunicazione s’è riunito per decidere quali sarebbero stati gli argomenti degli articoli che avremmo letto sulla pagina che il giornale diocesano L’Azione ci riserva. L’anno associativo ci è sembrato, già da subito, costellato di eventi importanti, dai 50anni dell’ACR fino all’assemblea elettiva nazionale passando per quelle parrocchiali, foraniali e diocesana. Quest’ultima è alle porte, il 16 febbraio prossimo. Ed ecco l’idea: la presidenza uscente avrà di certo qualcosa da dire, da raccontare o lasciare!
 
Ebbene, ho scoperto che non è facile racchiudere in poche righe tre anni di corresponsabilità diocesana. Mi hanno parlato di grandi gioie, di inaspettate difficoltà, di soddisfazione e solitudine, degli incontri, relazioni nuove ed arricchenti, della durezza della realtà. Non è un lavoro, è rispondere con fede, carisma e gratuità ad una chiamata; se sei tra quei nomi, se dai la tua disponibilità non è per caso, questo lo sappiamo bene tutti: su di noi c’è un disegno, c’è una volontà che non possiamo negare ma che senti dev’essere abbracciata. Vai così incontro inevitabilmente alla perdita di ore libere, sonno, fine settimana, ricariche telefoniche, pazienza, coraggio… rischi, e lo sai, di ritrovarti con un pugno di mosche, nel silenzio, demotivato, nel fallimento, incompreso, arrabbiato, senza idee!
 
Ed ecco, l’associazione, lo stare al fianco di altri, un po’ di luce alla volta, portata da uno o dall’altro, tutto si fa più nitido; vedi i tuoi limiti sotto una prospettiva nuova, diversa! Allora il coraggio torna, la voce si distende e le idee prendono vita, forma… tutto per quei ragazzi, giovani, adulti, educatori, corresponsabili, per gli aderenti che ti sono stati affidati!
 
Se vi sembra poco tutto questo vi invito a farvi avanti, a provare cosa lascia un’esperienza di corresponsabilità nel cuore di chi ci sta davvero dentro. Il Signore punta in alto e non si sbaglia, perché nulla va perduto se l’esperienza è vissuta in pienezza, con fede, nei propri limiti e incertezze senza perdere di vista Lui che te l’ha messa tra le mani. Negli occhi di che hai davanti, nei compagni di viaggio, nell’Ac, c’è tutto ciò che necessita per servire la propria Chiesa. Il tempo è fluido ma sono i momenti vissuti insieme che lasciamo tracce indelebili nella memoria, è nel discernimento che maturano le scelte più importanti. Siamo grati ad Emanuela, Marco, Valerio, Gino, Stefania, Mirko e Daniele per aver accettato, creduto, resistito, coinvolto, incontrato, sofferto, ringraziato, sorriso e lascito che lo Spirito Santo facesse il suo per l’Azione Cattolica.

 
di Chiara Marcandella
L’Azione, 26 gennaio 2020