VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

gennaio 2020
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031EC

NEWS ACVV

Consiglio diocesano
Alle date già stabilite in calendario si aggiunge un incontro del consiglio diocesano giovedì 9 gennaio 2020, alle 20.30, nell'oratorio di Lutrano. All'OdG l'approvazione del bilancio 2018/19.

Orchestriamo la Pace
Anche quest'anno l'Azione Cattolica di Vittorio Veneto propone una serata in cui giovani e adulti si scambiano idee e speranze di pace attraverso i segni e i suoni del mondo musicale. L'appuntamento Orchestriamo la Pace, giunto alla sua nona edizione, è sabato sera 11 gennaio 2020, nell'aula magna del Seminario a Vittorio Veneto.

Assemblee foraniali
Seconda tappa del percorso verso la XVII assemblea elettiva, nel mese di gennaio vengono eletti i cordinamenti foraniali. Queste le date fin qui stabilite: forania Sacilese venerdì 10 gennaio a Sacile; forania La Vallata, lunedì 13 gennaio a Valmareno; forania Opitergina, lunedì 13 gennaio ad Oderzo; forania La Colonna, lunedì 13 gennaio a Vazzola; forania Mottense, venerdì 17 gennaio, a Cessalto. Per tutti: inizio alle 20.30.

Percorso etico
Secondo incontro del percorso etico 2019/2020 "Abitare la vita. Dal concepimento alla morte naturale". L'appuntamento è ad Oderzo, sala del Campanile, giovedì 23 gennaio, ore 20.30. Sul tema: "Le buone pratiche di chi accoglie, cura e accompagna la vita" intervengono suor Carmelita Follador della Casa Mater Dei di Vittorio Veneto, Francesco Benazzi, direttore generale AULSS 2 Marca Trevigiana, Paola Paiusco, direttore UOC Cure Palliativa AULSS 2, Maria Eufrasia Valori, vice presidente ADVAR Treviso. Coordina Marco Zabotti, direttore scientifico Istituto Beato Toniolo. Le vie dei Santi.

EVENTI

Cammino Assembleare 2020 Orchestriamo la Pace 2020 Mini-Campo 18enni e Giovani 2019 ACRcinquanta AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Instagram AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

ESTATE ECCEZIONALE

Grazie, vescovo Corrado!

 
Nel settimanale diocesano “L’Azione”, del 21 luglio scorso, a pag 12 viene riportata l’Agenda del Vescovo che, tra le altre voci, segnala “sabato 27 luglio, ad Auronzo incontra i partecipati ad un camposcuola dell’Azione cattolica“.
 

Che il vescovo Corrado sia presenza pressoché abituale ai campi settimanali dell’Ac diocesana potrebbe, come dato statistico non sorprendere più, ma non è così per i ragazzi, i giovani, gli educatori, i genitori e le famiglie che sono presenti a Casa Cimacesta.
Serena, responsabile di un campo con più di 80 bambini delle elementari, racconta: “I ragazzi lo hanno ascoltato con estrema attenzione, lo hanno sentito vicino come se fosse il loro assistente. Ha pranzato con noi, fermandosi poi, tavolo per tavolo, per conoscere singolarmente i ragazzi e le loro famiglie“.
 
Al campo 14/15enni il vescovo Corrado è arrivato il pomeriggio del sabato. Chiara, una delle educatrici riferisce: “I ragazzi gli hanno proposto alcuni degli interrogativi emersi nel lavoro di gruppo fatto al mattino. Interrogativi non proprio leggeri, come sentirsi parte della Chiesa, rapporto tra fede e scienza, perché la presenza del male. Si è così aperto un dibattito tra il vescovo e i giovani. Ma quello che ha stupito di più è stata la scelta fatta da alcuni di loro di andare a parlare privatamente con lui, forse portandogli dubbi e domande che non si son sentiti di presentare nel grande gruppo. E il vescovo ha dedicato loro attenzione e tutto il tempo necessario, senza fretta.
 
Marta, capocampo di 49 giovanissimi spiega: “Sabato pomeriggio abbiamo avuto la possibilità di stare in amicizia e libertà con il nostro vescovo Corrado. Cimacesta si è improvvisamente trasformata in uno studio televisivo: interviste de “Le Iene” e quiz in stile “intesa vincente” ci hanno permesso di fare le nostre domande sia a don Fabio, l’assistente, che al Vescovo riguardo le loro esperienze personali sulla “libertà”, che è il tema del nostro campo. Con il quiz di “intesa vincente” i ragazzi e il Vescovo si sono sfidati indovinando parole più o meno comuni ma sempre inerenti il filo conduttore del campo. Tante risate, molte riflessioni e spunti su cui riflettere… ma l’esperienza del Vescovo ha vinto! Ci alleneremo meglio per il prossimo incontro!
 
E il vescovo Corrado, cosa porta a casa da questi incontri a Cimacesta, con persone e gruppi delle nostre parrocchie, ogni volta diversi, ma uguali nel desiderio di vivere la dimensione della gioia in relazioni autentiche, con se stessi, gli altri e con il Signore, nell’opportunità offerta dall’Ac diocesana?
 
Porto a casa anzitutto l’impegno e la generosità dei responsabili dell’Azione Cattolica e di tanti animatori e animatrici che dedicano tempo ed energie alla formazione di bambini, ragazzi e giovani.
Mi ha sempre colpito, poi, la presenza, di domenica in domenica, di un bel gruppo di giovani che salgono a Cima Cesta semplicemente per offrire un servizio, umile e semplice, per la buona riuscita della giornata dei genitori.
In terzo luogo porto con me, come un dono prezioso, la presenza domenicale di tanti genitori che affidano i loro figli all’Associazione e che salgono per testimoniare la loro fiduciosa presenza. Celebrare l’eucaristia con così tante famiglie, non è una cosa di tutti giorni. Anche per questo salgo volentieri a Cima Cesta.
Porto a casa infine l’entusiasmo e la gioia di tanti bambini, ragazzi e giovani che vivono un’esperienza che certamente non dimenticheranno e che potrà segnare positivamente la loro vita
“.
 
Grazie, vescovo Corrado!

 
di Elisa Moretto
L’Azione, 4 agosto 2019