VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa. Mercoledì 4 luglio al via il terzo campo per Casa Cimacesta. Ottantadue sono i ragazzi di prima e seconda media che vi partecipano, provenienti da venticinque diverse parrocchie della diocesi, nove gli educatori guidati dal capocampo Roberto Amadio e dall'assistente don Andrea Dal Cin, con Mariuccia Nardin capocasa e AnnaRita Barzan cuoca.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

OPERAZIONE SIP 2018

Scatti di pace

 
Il mese di gennaio è tradizionalmente dedicato al tema della pace. Abbiamo chiesto a Sara e Daniele, i due responsabili diocesani dell’Acr, di raccontarci la proposta per i bambini e ragazzi dell’Associazione.
 
Ogni anno viene presentata l’Operazione SIP. Cos’è?

 
L’operazione SIP (Spezziamo Il Pane) è la proposta annuale che l’Azione Cattolica diocesana elabora per permettere ai ragazzi delle nostre parrocchie di vivere appieno ed in prima persona il mese della pace. I ragazzi si impegnano a conoscere la realtà di alcuni loro coetanei che vivono lontano, in Italia o nel mondo, e che affrontano situazioni di difficoltà, ad esempio guerra, povertà, catastrofi ecc, e scoprono come, pur nel piccolo, possono restituire loro la speranza. La scorso anno ci si è impegnati a favore delle comunità colpite dal terremoto nelle Marche.
 
Il titolo questa volta è “Scatti di Pace”. Qual è il significato?
 
Quest’anno abbiamo deciso di abbracciare l’iniziativa di solidarietà dell’Azione Cattolica Italiana, che porta proprio questo titolo. Come il fotografo sceglie il soggetto che vuole fissare nella foto e il punto di vista da cui guardarlo, anche noi insieme ai ragazzi vogliamo vedere ed “inquadrare” tutto quello che porta pace, speranza e sollievo ai bambini che subiscono le violenze della guerra, in questo caso quella in Iraq contro l’estremismo islamico, per non fermarci agli orrori del conflitto, ma per puntare lo sguardo e l’obiettivo su tutte quelle cose che possono ricostruire un mondo e una società migliore a misura di bambino.
 
Si parla del Progetto “Terre des Hommes”….
 
Il progetto di solidarietà appoggiato dall’operazione SIP è sostenuto e messo in atto dall’organizzazione “Terre des Hommes” (federazione internazionale di 11 organizzazioni nazionali, tra cui l’Italia, impegnate nella difesa dei diritti dei bambini, senza discriminazioni etniche, religiose, politiche o di genere) all’interno di un campo profughi a Erbil, in Iraq. L’intervento vede coinvolti 200 bambini con disabilità fisiche e mentali dai 4 ai 17 anni, ed ha l’obiettivo di migliorare le loro condizioni di vita e di aiutarne l’integrazione nelle comunità locali.
 
Quali sono le modalità per coinvolgere i ragazzi?
 
Abbiamo strutturato un percorso per il mese della pace, diversificato per fasce d’età, che consiste in due incontri di gruppo parrocchiali e si conclude con le feste della pace foraniali di fine gennaio. E’ un percorso che permette ai ragazzi di vivere e parlare di pace in modo festoso, rendendoli nello stesso tempo consapevoli che la guerra c’è e che compromette la vita di loro coetanei, privandoli dell’amore, della famiglia, del futuro. I ragazzi più grandi useranno i social media, soprattutto Instagram, per raggiungere anche i coetanei non legati all’associazione. Quest’anno l’operazione SIP è proposta a livello unitario allargandola al settore Giovani, attraverso la serata dell’Orchestriamo la Pace e agli Adulti, in un momento loro dedicato durante le feste della pace. Per raccogliere fondi per il progetto di Terre des Hommes, verranno messi a disposizione dei portafoto che potranno valorizzare gli “scatti di pace” realizzati dai ragazzi.
 
Dove si può trovare il materiale che supporta l’iniziativa?
 
Per il sussidio diocesano dell’Operazione SIP si può contattare l’Ufficio AC (+39.0438.940374, segreteria@acvittorioveneto.it) oppure visitare il sito diocesano alla link: http://www.acvittorioveneto.it/2017/operazione-sip-2017-2018/. Mentre il testo nazionale può essere letto e scaricato a questo link: http://acr.azionecattolica.it/pace/scatti-di-pace-mese-pace-2018.

 
di Elisa Moretto
L’Azione, 7 gennaio 2018