VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

FESTE DELLA PACE 2018

Scatti di pace… nelle foranie

 
Alla conclusione di gennaio “Mese della Pace“, nelle foranie si celebra la “Festa della Pace“. I bambini e i ragazzi dell’Acr si incontrano oltre i confini della propria parrocchia e raccontano, nel linguaggio che più appartiene loro, quello della festa, come è possibile vivere e proporre la pace. Quanto hanno pensato, sperimentato, maturato viene proposto anche a beneficio della comunità che li ospita.
Per raccogliere fondi che, attraverso il progetto “Terre des Hommes“, andranno a sostenere 200 bambini dell’Iraq con disabilità fisiche e mentali, verranno messe a disposizione delle cornici magnetiche, pensate anche per valorizzare gli “scatti di pace” realizzati dai ragazzi.
Ogni forania, all’interno dei comuni obiettivi, inventa e costruisce con fantasia e creatività la propria festa della pace, coinvolgendo ragazzi, educatori, adulti in una esperienza significativa di Chiesa.
 
Foranie Torre di Mosto e Mottense
Domenica 21 gennaio a Fossà. Arrivi alle 9.30 nel salone parrocchiale; dopo l’accoglienza parte la marcia della pace attraverso le vie del paese. Prima di entrare in chiesa, i ragazzi compiono un gesto legato al Vangelo dell’anno, quello della vedova che mette nel tesoro del tempio “tutto quello che aveva per vivere“: collocano delle grandi monete nel “forziere della pace“, monete che riportano gli atteggiamenti che hanno sperimentato aiutare a costruire la pace: accoglienza, responsabilità, ecc. Il forziere verrà poi portato in chiesa per la messa della comunità, alle 10.45. Anche i genitori e gli adulti si incontrano tra loro e, guidati dai coordinatori foraniali, approfondiscono la stessa tematica dei ragazzi e con loro partecipano alla messa. Dopo il pranzo al sacco, grande spazio per il gioco nel quale si scopre come la pace parta dalle piccole cose.
 
Forania La Colonna
Sabato 27 gennaio a San Polo. Arrivi alle 15, nell’oratorio, presentazione dell’Operazione Sip e poi i giochi, in ognuno dei quali ci sarà “un filtro della pace” per poter scattare la foto ai gruppi con lo sfondo colorato da uno dei sei colori della bandiera della pace. Alle 17 arrivano gli adulti e i genitori che si confrontano con il messaggio del Papa sui rifugiati e sui migranti e ascoltano la testimonianza di Clementa, fuggita dalla guerra del suo paese d’origine. La messa della comunità, alle 18.30, conclude per i ragazzi e genitori la festa della pace, mentre gli educatori, rimasti a riordinare l’oratorio, condividono la cena riservandosi un tempo per stare insieme.
 
Forania Opitergina
Domenica 28 gennaio, ad Oderzo, località Magera, nel salone parrocchiale. Alle 9 gli arrivi, poi la presentazione del tema della giorno e i giochi a stand, uno per ogni colore dell’arcobaleno. I bambini che “vincono” portano il premio ricevuto all’offertorio, riformando l’arcobaleno della pace. Alle 13.30, dopo il pranzo al sacco, arrivano i genitori che si incontrano con Fanny Mion, pedagogista, e con lei si confrontano sul tema delle relazioni. La messa delle 15 chiude l’incontro.
 
Forania Sacile
Domenica 28 gennaio a Brugnera. Si inizia con la messa alle 10, a seguire i laboratori per i ragazzi, divisi per fasce d’età: i bambini del 6/8 costruiscono una cornice; i ragazzi dei 9/11 realizzano uno sfondo; i 12/14 preparano i filtri colorati per la macchina fotografica: tutti lavorano per creare gli elementi necessari per scattare una foto, insieme, nel segno della pace. Nel frattempo i genitori partecipano ad un momento loro dedicato. Dopo il pranzo caldo offerto dalla parrocchia ospitante, caccia al tesoro fotografica, fino alle 15.30.
 
Forania Pedemontana
Domenica 28 gennaio ad Osigo, dalle 9 alle 16. Sono invitati i gruppi dell’Acr e i genitori. Dopo l’accoglienza e la messa della comunità, presentazione delle parrocchie presenti che portano come oggetto da scambiare una macchina fotografica costruita con elementi di riciclo.
E’ previsto uno spazio per i genitori e gli adulti, mentre i ragazzi più piccoli sono impegnati nei giochi sul tema della pace e i più grandi preparano dei filtri colorati per le macchine fotografiche.
 
Forania Pontebbana
Domenica 11 febbraio a Cimetta. Alle 9.15 l’accoglienza nel salone parrocchiale, alle 10 prove di canto per la messa delle 10.30 a cui sono invitati anche i genitori. Successivamente gli educatori presentano il tema “Pronti a scattare” e ripercorrono la storia che lega il cammino dell’anno dei gruppi Acr. Dopo il pranzo al sacco, grande gioco a stand fino alle 16.
 
Le foranie Quartier del Piave-Vallata e Conegliano-Vittorio stanno accordandosi su tempi e luoghi, ma certamente non mancheranno all’appuntamento!

 
L’Azione, 21 gennaio 2018