VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

gennaio 2019
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031EC

NEWS ACVV

Orchestriamo la Pace
Giunta all'ottava edizione, l’Azione Cattolica di Vittorio Veneto propone una serata in cui giovani e adulti si scambiano idee e speranze di pace attraverso i segni e i suoni del mondo musicale. L'appuntamento Orchestriamo la Pace è sabato 19 gennaio 2019 in patronato a Motta di Livenza. L'evento, che quest'anno si avvale della collaborazione con il Centro Studi La Pira, inizia alle ore 20.00 con un buffet aperto a tutti per proseguire poi con lo spettacolo musicale a partire dalle 21.00. Le esibizioni musicali e le forme artistiche presentate avranno come sfondo il tema del messaggio del Papa per la giornata mondiale per la Pace “La buona politica al servizio della pace". Ingresso libero.

Feste della Pace
A conclusione del Mese della Pace, vengono organizzate le feste foraniali per la Pace. Questo il calendario: domenica 20 gennaio: a Campodipietra per Mottense - Torre di Mosto e a Cordignano per Pedemontana. Sabato 26 gennaio a Vazzola per La Colonna. Domenica 27 gennaio a Sacile per Sacilese e a Piavon per Opitergina. Domenica 10 febbraio a Gaiarine per Pontebbana. Durante le feste verrà proposta l'iniziativa "Abbiamo riso per una cosa seria" che sostiene progetti che promuovono l'agricoltura familiare dei contadini del nord e del sud del mondo, contro lo sfruttamento del lavoro e del territorio. Ci saranno a disposizione delle confezioni sottovuoto di riso da 500 grammi.

Incontro Coordinamento foraniale e presidenti della forania Opitergina
I presidenti parrocchiali e il coordinamento della forania Opitergina si incontrano con la presidenza diocesana giovedì 31 gennaio, alle 20.30, nella parrocchia di Lutrano, sale dell'oratorio.

EVENTI

Incontro Presidenti Parrocchiali Triveneto OrchestriAmo La Pace 2019 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

CAMMINO ACR

Con l’ACR “C’è più gusto!”

 
In tanti quest’anno ci hanno detto: finalmente un tema pratico, vicino a noi, che bellezza!
Sì, perché quest’anno l’ACR ha deciso di accompagnare bambini e ragazzi alla scoperta del gusto vero della vita utilizzando come ambientazione la cucina. Vi riportiamo alcune esperienze vissute nelle parrocchie della diocesi.
 
Alessia di Ceggia ci racconta: “i bambini delle elementari, partendo dal cibo e dalle ricette, hanno esperito dei percorsi sensoriali in cui hanno scoperto le caratteristiche di alcuni ingredienti per poi riflettere sulla ricetta dell’acierrino ossia le buone caratteristiche per far parte di un gruppo e della comunità parrocchiale. I ragazzi delle medie invece, tramite un laboratorio in pieno stile Masterchef hanno preparato in piccoli gruppi dei dolcetti, unendo gli ingredienti materiali (farina, cacao..) con quelli personali di ciascun cuoco (iniziativa, fantasia,dolcezza..). In un’altra attività hanno scelto di raccontare il loro cibo preferito e di metterlo in relazione con un lato del loro carattere“.
 
Serena per l’UP Le Grazie di Vidor spiega: “quest’anno, visto il tema nazionale, abbiamo deciso di promuovere l’inizio delle attività organizzando dei rinfreschi dopo le messe di tutte le parrocchie dell’Unità Pastorale, in cui ciascun educatore si è messo in gioco preparando torte, tramezzini,panini da offrire alla comunità. Con i ragazzi invece abbiamo istituito un momento “merenda” tutti i sabati, per rendere speciale ogni appuntamento insieme, portando ogni volta un piatto diverso, una specialità degli educatori, alternando dolce e salato. Ci piacerebbe, in uno dei prossimi incontri, intervistare un cuoco, magari proprio qualcuno che ha svolto il suo servizio durante l’estate a Cimacesta“.
 
A proposito di cuochi, un’esperienza originale è quella di Giulia a San Polo: “con i più piccoli abbiamo invitato una nonna che cucina per passione, per regalare un sorriso ai familiari. Prima ha fatto una breve testimonianza mostrando anche alcuni attrezzi del mestiere (il mattarello, la macchinetta per la pasta e quella per i crostoli), tutti oggetti legati a ricette e ricordi di momenti particolari dell’anno; i bambini poi l’hanno intervistata, scoprendo che per ogni strumento c’era una storia. Successivamente, per rendere il tutto più dinamico, abbiamo cucinato insieme dei biscotti con le gocce di cioccolato, perché questa è la ricetta legata alla felicità dei suoi nipoti. Alla fine ciascun bambino ha portato a casa i biscotti per condividere la stessa gioia anche in famiglia!
 
Davide di Colfosco dice: “abbiamo scelto di fare un grande gioco dell’oca in cui, ad ogni vincitore,venivano consegnati una ricetta e degli ingredienti che poi sono stati lasciati in chiesa ai piedi di Gesù, in un cesto della Caritas, per aiutare i bambini a capire chi è il vero nutrimento che dà sapore alla vita ed insegna il gusto di condividere.
 
Chiara spiega che a Sacile, durante la festa del Ciao, “bambini, ragazzi e genitori insieme hanno svolto un laboratorio di dolci per mettere le mani in pasta in allegria. Ogni bambino era seguito da un genitore diverso dal proprio, per imparare a mescolarsi con gli altri. La sorpresa finale è stata trovare dei pacchetti di dolci fatti insieme, da portare a casa e gustare in famiglia.
 
Quest’anno, più di ogni altro allora… “C’è Più Gusto” con l’ACR!

 
di Lara Corsini e Giulia Diletta Ongaro
L’Azione, 25 novembre 2018