VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

novembre 2017
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930EC

NEWS ACVV

Incontri con le Presidenze parrocchiali
Si concludono gli incontri della Presidenza diocesana con le parrocchie, con l'obiettivo di conoscere sempre meglio la realtà e coglierne difficoltà e suggerimenti. L'ultimo appuntamento, con inizio alle 20.30, è martedì 14 novembre, nella parrocchia dell'Immacolata di Lourdes per La Vallata, Pedemontana, Vittorio Veneto e Conegliano.

Incontro di spiritualità Adulti - Terza età
Mercoledì 15 novembre, dalle 9 alle 17, nell'Oasi Santa Chiara a Conegliano Veneto, si svolge una giornata di spiritualità per adulti-terza età. Tema dell'incontro "Vivere l'Eucaristia". Guida: don Fabio Soldan. Per informazioni ed iscrizioni: Ufficio diocesano di Ac tel. 0438/940374. Segnalate eventuali difficoltà di trasporto. Insieme troveremo una soluzione!

Percorso etico
Domenica 19 novembre inizia il percorso etico "Un'economia a misura d'uomo. Quali prospettive per il bene comune?" proposto dall'Ac in collaborazione con l'Ufficio per la Pastorale sociale e del Lavoro e l'Istituto Toniolo di Vittorio Veneto. Il primo incontro si svolge a Tezze di Piave nel salone parrocchiale accanto al campanile, dalle 9.30 alle 12.00 ed approfondirà il tema: "La crisi del sistema economico moderno e le nuove opportunità". L'invito a partecipare è rivolto ad ogni giovane ed adulto interessato all'argomento.

EVENTI

Tempo Estate Eccezionale 2017 Toniolo 100 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

NELLE TERRE COLPITE DAL TERREMOTO

Viaggio a Force e Montemonaco

 
Quest’anno è stato deciso di riservare i fondi raccolti dall’Acr con l’Operazione SIP e le offerte della Santa Messa nelle domeniche dei genitori di Cimacesta a Force e Montemonaco, due paesi dell’Italia centrale colpiti dal sisma lo scorso anno. Ma dove e per cosa destinare concretamente queste offerte? Da “quassù” era abbastanza difficile rispondervi. Per questo, alla proposta di Lorenzo Felici, responsabile ACR della diocesi di San Benedetto, di andare a vedere con i nostri occhi la realtà e a parlare direttamente con le persone del posto colpite dal terremoto, non potevamo che accettare.
 
Così, venerdì 15 settembre noi tre, Mirko vice giovani, Daniele responsabile ACR e Silvia, consigliere diocesano, siamo partiti per una visita di due giorni alla diocesi di San Benedetto del Tronto, arrivando a Grottammare, la parrocchia che ci ha ospitato, all’ora di pranzo. In due giorni, accompagnati da Lorenzo, da Marco, vice giovani diocesano e da Chiara, della Caritas Calabria in missione nelle zone del sisma, abbiamo visitato alcuni paesi, raccogliendo le testimonianze di Francesco, un produttore agricolo di Montemonaco, e di Elisa e Donatella, due giovani dell’Azione Cattolica di Force. Abbiamo incontrato anche Diego, uno studente di 23 anni, che ci ha accompagnato a Castro di Montegallo, la frazione dove abitava, forse distrutta per sempre. Nel suo sguardo la nostalgia dei ricordi e degli amici con cui non potrà più condividere le grigliate nel borgo. Sono sofferenze di persone che non conosciamo, ma che non ci possono lasciare indifferenti.
 
Nei nostri occhi e nei nostri cuori rimane vivo il ricordo di un territorio ferito e di comunità disperse, ma in cui siamo stati accolti come persone di famiglia e in cui ci siamo sentiti a casa. Significativo il pranzo comunitario a Montemonaco!
 
Ma chi e come aiutare? Dopo aver parlato con il sindaco di Montemonaco, si è deciso di destinare parte di quanto raccolto all’acquisto di un computer per l’asilo comunale, attualmente ospitato in un container donato dalla protezione civile di Auronzo, uno dei pochi segni di ripresa per la comunità.
Ci siamo confrontati poi con don Luca, parroco di Force, concordando con lui di riservare il resto delle offerte per accogliere, la prossima estate, a Casa Cimacesta, un gruppo di ragazzi della parrocchia con i loro educatori.
 
Non sono cose che cambieranno radicalmente la situazione di queste comunità, ma siamo convinti che siano segni importanti di vicinanza per le persone e un modo, per noi, per farsi prossimo in una sincera condivisione di umanità.

 
di Daniele, Mirko e Silvia
L’Azione, 15 ottobre 2017