VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

Sabato 20 Gennaio
gennaio 2018
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031EC

NEWS ACVV

Orchestriamo la Pace
Giunta alla sua settima edizione, l’Azione Cattolica di Vittorio Veneto propone una serata in cui giovani e adulti si scambiano idee e speranze di pace attraverso i segni e i suoni del mondo musicale. L'appuntamento Orchestriamo la Pace… looking for peace è sabato 20 gennaio 2018 dalle ore 20.45 alle ore 23.00, nel teatro auditorium di Sarmede (Via Giuseppe Mazzini, 16). Le esibizioni musicali e le forme artistiche presentate avranno come sfondo il tema del messaggio del Papa per la giornata mondiale per la Pace “Migranti e rifugiati: uomini e donne in cerca di pace“. Gli artisti che si esibiranno sono i "Laundry Soul", il coro degli "Sconcertati", Yuri Ninkovic e un giovane gruppo esordiente di Gaiarine. La scuola "Oltredanza" di Fontanelle proporrà delle coreografie di danza collegate al tema della serata. Ingresso libero.

Esercizi spirituali 18enni
Dal pomeriggio di sabato 10 alla cena di lunedì 12 febbraio, a Lentiai, nella Casa Stella Maris, si svolgono gli esercizi spirituali per 18enni (ragazze e ragazzi nati negli anni 1999 - 2000), con la guida di don Andrea Dal Cin. Tema delle giornate: "Bellezza che attrae". Per informazioni ed iscrizioni: Ufficio diocesano Ac 0438/940374; segreteria@acvittorioveneto.it

Esercizi spirituali per giovani ed adulti
Dalla sera di venerdì 23 al pranzo di domenica 25 febbraio, a Vittorio Veneto, nella Casa di spiritualità San Martino, si svolgono gli esercizi spirituali per giovani ed adulti, con la guida di don Tony Drazza, assistente nazionale giovani. Per informazioni ed iscrizioni: Ufficio diocesano Ac 0438/940374; segreteria@acvittorioveneto.it.

EVENTI

Orchestriamo la Pace Toniolo 100 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

Unità Pastorale “le Grazie”: tra passato, presente e futuro

UNITA’ PASTORALE LE GRAZIE

Il tempo del discernimento

 
Pensando alle nostre parrocchie, ai gruppi e alle numerose attività da svolgere nel corso dell’anno, accompagnati dal desiderio di fare di più o semplicemente spinti dall’esigenza di trovare una soluzione alle piccole difficoltà che si presentano nel nostro cammino, quante volte ci siamo chiesti: “E adesso? Cosa e come facciamo?”. Questa domanda risuona spesso in ognuno di noi, nei nostri consigli pastorali, nei consigli delle associazioni e nelle presidenze parrocchiali di AC. Da un parte vorremmo continuare “a fare” e ad essere concreti, dall’altra fermarci a condividere idee, domande e intuizioni, con la sensazione, però, che manchi sempre il tempo per farlo. Di fronte a queste riflessioni, tra ottobre 2015 e maggio 2016, l’Unitá Pastorale “Le Grazie” (Vidor, Colbertaldo, Moriago e Mosnigo) ha deciso di “fermarsi” e prendersi un chiaro tempo di discernimento (dis-cèrnere:  dis = due volte + cèrnere = separare; letteralmente, separare due volte, separare con attenzione).
 
Assieme agli animatori dei gruppi delle superiori, alle educatrici dell’ACR e in accordo con il parroco don Livio, sono nate in noi queste domande: “Di cosa hanno bisogno i giovani delle nostre comunità? Come possiamo continuare a far loro del bene?”. Non c’era un vero e proprio “problema” da risolvere: i gruppi-giovani stavano crescendo, l’ACR faticava ma continuava a portare i suoi frutti, la collaborazione tra i giovani all’interno dell’unità pastorale stava maturando. Avevamo intuito, però, la mancanza di qualcosa. Così ci siamo ritrovati a formare una “commissione” con lo scopo di affrontare queste domande, riflettendo sulle intuizioni di ciascuno di noi. Ricordo chiaramente le prime riunioni: l’entusiasmo, come la serietà del lavoro, era davvero tanto.
 
Tutti e dieci i componenti la commissione avevano capito l’importanza di quello che stavamo vivendo. All’inizio di ogni riunione ci raccoglievamo in preghiera per invocare lo Spirito affinché preparasse i cuori e le menti alla condivisione. Riunione dopo riunione abbiamo fatto memoria del percorso dei gruppi giovani e dell’ACR, ripercorrendo la nostra storia di singole comunità e di unità pastorale, senza dimenticare la dimensione diocesana a cui apparteniamo. Aiutati dal progetto formativo dell’Azione Cattolica, abbiamo usato le sue “quattro mete” per fare un po’ di ordine nelle proposte rivolte ai ragazzi e ai giovani: interiorità, unità, responsabilità ed ecclesialità.
 
Discutendo e scegliendo insieme le attività, ma anche le modalità e lo stile che, nel tempo, abbiamo capito essere importante per modellare i nostri percorsi annuali, siamo riusciti a dare un nome e un progetto ad un’intuizione. E’ nato così il gruppo Over18, un percorso con cadenza mensile rivolto ai giovani dai 19 ai 30 anni, con lo scopo di “formare laici cristiani testimoni dell’originalità del Vangelo”. Gli elementi di questa proposta sono la Parola di Dio, la preghiera, la condivisione e la convivialità. Il gruppo è partito lo scorso ottobre grazie a quattro animatori, una coppia di sposi, un giovane e una giovane, che hanno detto “Si!” alla chiamata. Tutto questo lavoro e molto altro è stato racchiuso con cura in un documento dal nome “Proposta per una regola” (http://uplegrazie.it/giovani/).

 
di Stefano Dal Gallo
L’Azione, 4 giugno 2017