VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

Sabato 22 Settembre
settembre 2018
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

NEWS ACVV

Chiusura per ferie dell'Ufficio
L'ufficio diocesano di Azione Cattolica di Vittorio Veneto chiude per ferie dal 10 al 21 settembre. Riaprirà regolarmente lunedì 24 settembre.

Avvio del nuovo anno associativo
Per vivere insieme e nella gioia l’inizio dell’anno associativo, questi gli appuntamenti: venerdì 28 settembre alle 20.30, a Conegliano, nelle aule parrocchiali di Madonna delle Grazie, la presentazione dei cammini formativi di adulti, giovani e ragazzi. Sabato 6 ottobre dalle 17.30 a Pieve di Soligo, Patronato Careni: SPIRIT HAPPENING, Happening diocesano dei giovani. sabato 6 ottobre alle 20.30, auditorium Battistella Moccia di Pieve di Soligo: Premio Giuseppe Toniolo III edizione. "Pace e cooperazione internazionale: il grande sogno di Giuseppe Toniolo, l'impegno quotidiano di uomini e donne di buona volontà". Domenica 7 ottobre alle 11.00, nel Duomo di Pieve di Soligo, solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da S.Em. Mons. Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale Italiana.

Incontro di inizio anno del MSAC
Il Movimento studenti di Azione Cattolica è pronto per ripartire! Invitiamo tutti gli studenti che hanno a cuore la propria scuola e vogliono viverla in maniera attiva e propositiva all'incontro di inizio anno, sabato 22 settembre a Pieve di Soligo, Collegio Balbi, dalle 15.30 alle 17. Sarà un'occasione per conoscersi e far conoscere in modo divertente cos'è il MSAC, presentando anche le idee che abbiamo per il nuovo anno scolastico appena iniziato. Per info: Carlo 349/6927995; Federico 342/098697.

EVENTI

Sinodo dei Giovani 2018 Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

TEMPO ESTATE ECCEZIONALE

Giovani… Che scoperta!

 
Ci sono coincidenze che per un credente non sono mai un “caso”; per me è stato davvero “provvidenziale” partecipare come educatrice ad un campo diciottenni. Sono tornata a col cuore stracolmo di volti da ricordare, di vite da mettere nelle mani del Signore. Ho conosciuto ragazzi esigenti, affamati di senso, desiderosi di valori “incarnati”, convinti che un campo sia un tempo di grazia, un angolo privilegiato dal quale guardare alla propria vita che li sta chiamando a scelte importanti: università, lavoro, affetti.
 
Spesso ti imbatti in analisi sui giovani atei e lassù ti ritrovi ragazzi che, alla fine della giornata di deserto, ti confessano “Bello! Avrei voluto durasse di più!”. I sociologi descrivono giovani incapaci di cooperare per un obiettivo comune e invece in un pomeriggio 57 ragazzi preparano la cena per tutti, con musica dal vivo e posto numerato con dedica per ciascun commensale. Questi ragazzi li descrivono sempre apatici, programmati per vivere day by day e, invece, nella giornata in cui proponi loro di rappresentarsi attraverso un’opera d’arte ti sbalordiscono per la manualità, il carico simbolico, la chiarezza dell’obiettivo che vogliono raggiungere e l’indescrivibile passione che ci mettono nel raccontartelo !

 
di Cinzia Merotto
L’Azione, 10 settembre 2017