VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

Sabato 22 Settembre
settembre 2018
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

NEWS ACVV

Chiusura per ferie dell'Ufficio
L'ufficio diocesano di Azione Cattolica di Vittorio Veneto chiude per ferie dal 10 al 21 settembre. Riaprirà regolarmente lunedì 24 settembre.

Avvio del nuovo anno associativo
Per vivere insieme e nella gioia l’inizio dell’anno associativo, questi gli appuntamenti: venerdì 28 settembre alle 20.30, a Conegliano, nelle aule parrocchiali di Madonna delle Grazie, la presentazione dei cammini formativi di adulti, giovani e ragazzi. Sabato 6 ottobre dalle 17.30 a Pieve di Soligo, Patronato Careni: SPIRIT HAPPENING, Happening diocesano dei giovani. sabato 6 ottobre alle 20.30, auditorium Battistella Moccia di Pieve di Soligo: Premio Giuseppe Toniolo III edizione. "Pace e cooperazione internazionale: il grande sogno di Giuseppe Toniolo, l'impegno quotidiano di uomini e donne di buona volontà". Domenica 7 ottobre alle 11.00, nel Duomo di Pieve di Soligo, solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da S.Em. Mons. Gualtiero Bassetti, presidente della Conferenza Episcopale Italiana.

Incontro di inizio anno del MSAC
Il Movimento studenti di Azione Cattolica è pronto per ripartire! Invitiamo tutti gli studenti che hanno a cuore la propria scuola e vogliono viverla in maniera attiva e propositiva all'incontro di inizio anno, sabato 22 settembre a Pieve di Soligo, Collegio Balbi, dalle 15.30 alle 17. Sarà un'occasione per conoscersi e far conoscere in modo divertente cos'è il MSAC, presentando anche le idee che abbiamo per il nuovo anno scolastico appena iniziato. Per info: Carlo 349/6927995; Federico 342/098697.

EVENTI

Sinodo dei Giovani 2018 Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

TEMPO ESTATE ECCEZIONALE

Chiamati ad Amare

 

Riflessioni dal campo 18enni

 
Ci sono esperienze che ti cambiano, non per sempre magari, ma incidono con profondità in un particolare momento della vita. Il campo 18enni dell’AC ha lasciato sicuramente un segno indelebile nella mia estate!
 
L’emozione di condividere un percorso controcorrente, perché non sempre facile ma di certo bello, di trascorrere insieme dei momenti di preghiera, di mettere tutto in comune per una settimana con altri ragazzi e ragazze provenienti dall’intera diocesi non può lasciare indifferenti. In un mondo dove è sempre più difficile dare testimonianza della propria fede, soprattutto durante il periodo dell’adolescenza, condividere una settimana così intensa permette di accrescere la speranza che non si è mai soli nemmeno quando ci sembra che la Chiesa non interessi più a nessuno, che i giovani siano lontani da Dio, che è meglio nascondere ai propri amici il fatto che si va a messa per non essere etichettati come “sfigati”.
 
La fede, per essere vissuta con coraggio ha bisogno invece di essere condivisa e la settimana a Cimacesta secondo me è stata il luogo ideale per “caricare le pile” e darsi la spinta per affrontare con determinazione le nuove sfide che l’ordinarietà porta con sé. Ora le occasioni di incontro e condivisione per noi non finiranno qui: io aspetto la Scuola di Preghiera organizzata in Seminario durante il corso dell’anno per ritrovare gli altri e rinnovare insieme la convinzione che apparteniamo tutti ad una grande famiglia, la Chiesa, che ci dona sempre momenti di gioia fraterna nell’incontro con Cristo e con i fratelli e non ci lascia soli, mai.

 
di Francesco Bertolin
L’Azione, 10 settembre 2017

 
 
Creati per amore… creati per amare” un tema inaspettato da noi ragazzi 18enni perché sull’amore forse pensiamo di saperne già abbastanza, un tema in continuo mutamento per noi che cerchiamo di fondare la nostra vita su delle certezze; ma è proprio grazie alle opportunità di crescita che troviamo in AC, come ad esempio i campiscuola estivi, che riflettiamo e scopriamo qual è il vero significato: capire e accettare il grande progetto d’amore che Dio ha pensato per noi! Durante questa settimana noi cinquantasette ragazzi abbiamo potuto riflettere e chiarire, grazie a momenti di confronto, preghiera, divertimento, veglia e convivialità, il significato dell’amore per imparare a riconoscerne le varie sfumature, i modi in cui possiamo percepire Dio che è Amore, leggere e vivere le nostre relazioni.
 
Tra le attività svolte, quella che ci ha coinvolto maggiormente è stato il momento delle testimonianze: un sacerdote, una suora e una mamma hanno condiviso con noi le loro scelte di vita fondate sull’Amore e vissute con amore. Da questo incontro abbiamo potuto custodire la certezza che la vita diventa vera e autentica solo se rispondiamo all’amore di Dio che ci chiama. Questa esperienza è stata perciò non solo un’occasione di divertimento e di conoscenza, ma anche di impegno e capacità di mettersi in gioco.
 
La settimana estiva trascorsa in montagna rientra poi in un percorso formativo che già ognuno di noi vive sia partecipando agli incontri settimanali o mensilidi gruppo A.C. in parrocchia, sia mettendo a disposizione il proprio tempo per far conoscere Gesù a bambini e ragazzi. L’Azione Cattolica ci permette dunque come giovani di camminare insieme per crescere nell’amore fraterno imparando ad amare Dio e il prossimo perché la nostra vita sia autentica.

 
di Francesca Possamai
L’Azione, 10 settembre 2017