VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Tempo Estate Eccezionale 2017
L'attività dell'estate dell'Ac continua incessante. Dal 30 agosto al 6 settembre, altri due campi, di bambini ACR dei Seiotto e ragazzi 14/15enni. Il Campanac, fine settima di formazione per gli educatori ACR, Giovani ed Adulti in vista del nuovo anno associativo, previsto dall'8 al 10 settembre, concluderà l'estate 2017.

Orario Ufficio diocesano
L'Ufficio diocesano dal 4 al 18 settembre sarà aperto a tempo parziale. Questi gli Orari: lunedì dalle 15 alle 18; mercoledì dalle 9 alle 12; venerdì dalle 11.30 alla 13.30. Fino a domenica 10 settembre ci si può rivolgere anche a Casa Cimacesta, tel. 0435/97013.

Nuovo indirizzo email
Il nuovo indirizzo di posta elettronica dell'Azione Cattolica diocesana che è: "segreteria@acvittorioveneto.it". Sostituisce il precedente.

EVENTI

#AC150FuturoPresente Tempo Estate Eccezionale 2017 Toniolo 100 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

TEMPO ESTATE ECCEZIONALE

“Siamo Presente”

 
Settembre tempo di ritorno al lavoro, a scuola e tempo di… CampAnAC! Cimacesta il weekend dal 8 al 10 settembre si riempirà di educatori ACR, Giovani e animatori Adulti che dedicheranno due giorni alla propria formazione proprio lì dove, nel cuore dell’estate, centinaia di ragazzi hanno vissuto l’esperienza del camposcuola, accompagnati dagli educatori e dagli adulti presenti in diversi servizi a Casa Cimacesta. “Siamo presente” il titolo di quest’anno, sullo sfondo della due giorni il brano evangelico dell’anno, in particolare il versetto “Tutto quello che aveva per vivere” (Mc 12, 44).
 
Per gli educatori sarà l’occasione per riscoprire la bellezza di lasciarsi accompagnare nel proprio percorso di vita e fede, quali e quante le occasioni in cui diversi compagni di strada si sono affiancati a loro o li affiancano ancora? Per poi spostare l’attenzione sull’impegno educativo e quindi come e quando ciascuno è chiamato ad accompagnare. Chiamati a dare tutto quanto si ha per rendere bella la nostra Chiesa, per essere testimoni credibili dell’incontro con Gesù, proprio come quella donna raccontata nel brano di Marco, che le viene riconosciuto che quel poco da lei donato in realtà è molto perché è tutto ciò che possiede, ma lei non esita e lo dona. Qui e ora, nel presente, facendo memoria di quella storia lunga 150 che proprio in quest’anno associativo l’Azione Cattolica festeggia, non con sguardo nostalgico ma con la spinta che viene guardando al bello e buono vissuto fino ad ora.
 
Ci vediamo al CampAnAC allora… per riscoprire la gioia di camminare e riflettere insieme, facendo tesoro di ciò che viene condiviso; per non fermarci dove siamo, ma riscoprire ogni volta un passo in più nel nostro cammino di giovani/adulti ed educatori; per mettere nuovamente al centro ciò che veramente conta e poi perché si svolge in uno dei luoghi “del cuore” dell’AC diocesana Casa Cimacesta, qui abbiamo invitato molti dei ragazzi dei nostri gruppi parrocchiali sponsorizzando i campi come occasione di incontro, formazione, crescita, divertimento e ora tocca a noi!
 
Per iscrizioni: Ufficio diocesano AC 0438/940374 o Casa Cimacesta 0435/97013

 
di Chiara Basei
L’Azione, 3 settembre 2017

 


 
Chiara Giacomin ci aiuterà a rendere concreta nella nostra vita il versetto del Vangelo di Marco “Tutto quello che aveva per vivere”. Trentenne della provincia di Treviso, Chiara, insegnante della scuola primaria, è moglie di Francesco e mamma di Riccardo, un bambino speciale di 3 anni e mezzo. Riccardo ancora non cammina e non parla perché affetto da una patologia a tutt’oggi sconosciuta, ma come dice Chiara “è un bambino felice, e questo è l’importante”.
A novembre 2016 Chiara ha aperto un blog (www.noicontroquestacosasenzanome.blogspot.it) e una pagina facebook (www.facebook.com/noicontroquestacosasenzanome) per condividere pensieri e riflessioni sulla vita con un figlio disabile, gioie e fatiche vissute quotidianamente dalla sua famiglia, distribuire sorrisi a quanti li seguono. Appena si apre il blog colpisce una frase di Chiara: «Amo Riccardo, che nelle sue grandi battaglie di ogni giorno mi fa capire quali sono le piccole cose importanti della vita. E amo la Me che sono diventata grazie a lui». Chiara non ha chiesto di avere un bambino così speciale, era spaventata all’idea che suo figlio sarebbe stato continuamente in difficoltà anche nelle cose più piccole ed elementari, Chiara però ad un certo punto ha deciso di affidarsi, di cambiare prospettiva e così tutte quelle paure sono rimaste, ma non sono più il centro della sua vita, ora il centro è il Cuore, è la Speranza. Il 14 maggio 2017 è stato pubblicato il primo libro scritto da Chiara “Noi contro questa cosa senza nome” storia di amore, fede, accettazione e gioia.
 
 


“L’appartenenza all’Azione Cattolica Italiana costituisce una scelta da parte di quanti vi aderiscono per maturare la propria vocazione alla santità, viverla da laici, svolgere il servizio ecclesiale che l’Associazione propone per la crescita della comunità cristiana, il suo sviluppo pastorale, l’animazione evangelica degli ambienti di vita e per partecipare in tal modo al cammino, alle scelte pastorali, alla spiritualità propria della comunità diocesana.” (STATUTO dell’AC art. 15.1)
 


 
#Futuropresente: aderiamo all’Ac dei 150 anni

 
«Di strada, in centocinquant’anni, ne abbiamo fatta tanta. Anno dopo anno, attraverso la storia della Chiesa e del Paese, abbiamo camminato a fianco degli uomini e delle donne di ogni tempo, dagli anni dell’Unità d’Italia ai giorni nostri. E allora, lo possiamo dire, c’è forse un filo di emozione a pensare che anche quest’anno rinnoveremo l’adesione a un’associazione che ha vissuto l’ordinarietà della vita delle persone per così tanto tempo, favorendo il protagonismo di ciascuno e accompagnandone le diverse stagioni della vita.
 
Possiamo chiederci, allora, con quale spirito rinnovare la nostra adesione all’Azione cattolica ancora oggi, ricordando questo anniversario così speciale. Le risposte, per la verità, a questa domanda, ce le ha fornite papa Francesco durante l’incontro nazionale del 30 aprile scorso ed è proprio dalle sue parole che vogliamo partire per promuovere l’adesione 2018 tra i nostri soci e per avvicinare altri all’esperienza associativa. Anche per questo abbiamo scelto come slogan della campagna adesioni 2018 #fututopresente, lo stesso che ha accompagnato quel momento di festa così importante per ciascuno di noi.
 
Aderire all’Ac facendo memoria della nostra storia, significa, innanzitutto, rinnovare la consapevolezza di essere popolo che cammina prendendosi cura di tutti, aiutando ognuno a crescere umanamente e nella fede, condividendo la misericordia con cui il Signore ci accarezza. Questo è il compito che vogliamo assumere aderendo all’associazione: continuare a camminare accanto a ragazzi, giovani e adulti del nostro tempo e testimoniare i segni della presenza di Dio nelle nostre vite. A partire dalle nostre parrocchie, promuovere la vita associativa, anche favorendo l’adesione all’associazione, può essere un’occasione speciale per far sentire ciascuno accolto dal Signore e dai fratelli, senza se e senza ma.
 
L’Adesione 2018 dovrà essere, però, anche l’occasione per realizzare ancora più intensamente il desiderio del Papa che ci chiede di far sì che ogni iniziativa, ogni proposta, ogni cammino sia esperienza missionaria, destinata all’evangelizzazione, non all’autoconservazione. È un’Ac, quella che festeggia i centocinquant’anni, più che mai in uscita, vicina in particolare al povero e a chi soffre, abitante delle periferie sociali ed esistenziali. Insomma, con l’adesione all’Ac assumiamo su noi stessi il compito della missione, che non ci chiede sforzi eccezionali, ma testimonianze concrete di vita cristiana e di gesti semplici e ordinari all’insegna della fraternità e della responsabilità.
 
Cari ragazzi, giovani e adulti di Azione cattolica – ci ha detto papa Francesco: andate, raggiungete tutte le periferie! Andate, e là siate Chiesa, con la forza dello Spirito Santo. Questo sarà il modo migliore per far festa quest’anno; ma sarà anche il modo giusto per aprire l’Ac al futuro che ci attende, cogliendo le sfide degli anni a venire e facendo di ogni complessità un’opportunità di bene e di novità.».

 
Articolo pubblicato su Segno 8-2017

 


 
DOWNLOAD:


 
DAL CENTRO NAZIONALE:
 
Sulla pagina web dedicata all’adesione 2018 – potrete trovare Un semplice segnalibro per
…Te che hai scelto l’AC per camminare verso la santità…
…raccontare ad un amico un po’ della #bellastoria di cui hai la Gioia di essere parte…
… invitarlo a diventare con te il #futuropresente dell’Azione Cattolica…
Un segnalibro si usa solitamente per non perdere la pagina, per ricordare “il traguardo” quotidiano a cui siamo arrivati nella “corsa a tappe” che è la lettura. In questo anno associativo 2017-2018, lo proponiamo in questa versione doppia perché diventi dono e invito per un amico a essere parte del nostro cammino. Regalarlo ci rende felici, ma ci chiede anche di accompagnare l’amico durante il percorso, di non dimenticare passo dopo passo che la gioia condivisa con l’invito continua nella responsabilità di camminare e crescere insieme senza perdere il filo della storia…
E poi, il piccolo calendario può diventare per tutti una semplice traccia: perché non riportare le tappe del cammino cerchiando, magari con colori diversi, gli incontri di gruppo o diocesani, i campiscuola o il tempo dello Spirito?
…un segnalibro-invito per aderire all’Ac #futuropresente da vivere…e da raccontare a tutti!
 


 
ARCHIVIO

 

 
 

Solennità dell’Immacolata Concezione
della Beata Vergine Maria
 
Festa dell’Azione Cattolica
e Giornata dell’Adesione

 

Venerdì 8 dicembre 2017

 


 

Veglia Associativa Diocesana

“Tutto quanto aveva per vivere”

Giovedì 7 dicembre 2017
alle ore 20:30, ad Oderzo

 
Alla vigilia della solennità dell’Immacolata, presieduta dal Vescovo Corrado. Sono invitati giovani ed adulti, responsabili, educatori e quanti vogliono prepararsi con intensità alla festa dell’Immacolata.
 


 

 

Anno Associativo 2017-2018
Calendario degli incontri del Consiglio Diocesano

 

  • Mercoledi 27 settembre 2017 (Cimavilla di Codognè, ore 20.30)
    (O.d.g.: da definire)
  • Mercoledì 22 novembre 2017 (Cimavilla di Codognè, ore 20.30)
    (O.d.g.: da definire)
  • Lunedì 12 febbraio 2018 (Cimavilla di Codognè, ore 20.30)
    (O.d.g.: da definire)
  • Lunedi 11 giugno 2018 (Cimavilla di Codognè, ore 20.30)
    (O.d.g.: da definire)

 
 

COMUNICATO STAMPA

Don Andrea Dal Cin nuovo assistente unitario dell’Azione Cattolica

 
E’ don Andrea Dal Cin, nato a Sarmede nel 1975 e ordinato sacerdote nell’anno 2000, il nuovo assistente unitario, per il settore adulti e per il settore giovani dell’Azione Cattolica diocesana di Vittorio Veneto. E’ stato nominato dal Vescovo Corrado Pizziolo nei giorni scorsi, e sostituisce nell’incarico unitario e adulti don Luigino Zago, impegnato in questo ruolo dal 2008, attuale Cancelliere Vescovile e Vicario giudiziale, direttore della Casa del Clero e componente del consiglio direttivo dell’Istituto Diocesano “Beato Toniolo. Le vie dei Santi”.
 

Don Andrea Dal Cin, già nel recente passato con ruoli diocesani di assistente nell’Associazione vittoriese oggi presieduta da Emanuela Baccichetto, è dall’autunno 2016 assistente unitario e per i giovani della Delegazione Regionale Triveneta dell’Azione Cattolica Italiana. La sua nomina, pertanto, rappresenta la conferma della stima e dell’apprezzamento di cui gode il giovane sacerdote vittoriese in ambito pastorale, considerato che don Andrea, docente dello studio teologico interdiocesano, riveste a Vittorio Veneto anche il ruolo di delegato vescovile e direttore del Centro Diocesano Vocazioni, responsabile del servizio diocesano per la Pastorale Giovanile e responsabile del servizio diocesano per l’insegnamento della religione cattolica.
 

Allo stesso tempo, lascia il ruolo di assistente diocesano del settore giovani AC, che rivestiva dal 2013, don Marco Zarpellon, padre spirituale in Seminario e nella comunità vocazionale di Castello Roganzuolo, ora nominato dal Vescovo Pizziolo assistente ecclesiastico Agesci per la zona di Vittorio Veneto.
 

Salutiamo con gioia l’arrivo di don Andrea Dal Cin – afferma la presidente diocesana di AC, Emanuela Baccichetto – e ci mettiamo nella piena disponibilità a lavorare insieme nella grande famiglia dell’Azione Cattolica vittoriese, al servizio della comunità ecclesiale e civile, con un legame e raccordo operativo ancora più stretto con la dimensione regionale e nazionale dell’Associazione. E mentre rinnoviamo il nostro “grazie” al Vescovo Pizziolo per la sua attenzione e vicinanza, esprimiamo tutta la nostra riconoscenza a don Luigino e a don Marco per tutto l’amore donato in questi anni ai ragazzi, ai giovani e agli adulti di AC, con l’augurio di cuore di ogni bene per la loro preziosa attività pastorale nella nostra diocesi”.

 
La Presidenza Diocesana
25 agosto 2017

 
 

Inaugurazione Foresteria Santa Maria

 
 


 
DOWNLOAD:

 
 

#PremioToniolo2017

 

SABATO 7 OTTOBRE 2017, alle ore 20.45
Auditorium Battistella Moccia di Pieve di Soligo

 
La messa vespertina, nel giorno del 99° anniversario della morte, che precede la serata, sarà presieduta in Duomo dal Vescovo di Verona, Giuseppe Zenti, che interverrà poi anche alla cerimonia finale del Premio Toniolo 2017.
 


 
DOWNLOAD: