VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

RICORDANDO LUISA DELLA BELLA

Sapore di gratuità

 
Ognuno è importante, indipendentemente dal ruolo che svolge. Ciò che fa grande una persona è la capacità di far fruttare i propri talenti. Però solo se ci aggiungi la gratuità sai veramente quanto vali per gli altri e per Dio.
 
Ti ho conosciuto, Luisa, a Cimacesta, nell’ambito della cucina: tua passione di una vita intera, dalle scuole materne alla casa dei campi estivi dell’Ac. Predisporre ogni giorno per nutrire il corpo di bambini e ragazzi non era per te un lavoro come un altro. Preparavi con gioia anche i cibi più semplici, condividendo con i collaboratori piccoli segreti, buoni consigli, sapendo che il cibo, prima di essere condiviso in tavola, va condiviso nella preparazione. In cucina tu spezzavi veramente il pane!
 
Hai offerto la tua esperienza, la tua pazienza, il tuo sorriso. Si dice sempre che c’è più gioia nel donare che nel ricevere e tu, nella semplicità, sei stata esempio concreto di cosa significa gratis.
 
Dai “piani bassi” di Cimacesta ti sei sforzata di trasmettere a quanti abitavano la grande casa il sapore della gratuità. Solo ai meno attenti è sfuggito questo gusto. Mi hai svelato parecchie cose riguardo alla cucina, ma di più sei stata un esempio di come trasformare in straordinario il lavoro quotidiano. Una gratuità incarnata. E fino alla fine dei tuoi giorni terreni.
 
Ciao Luisa e grazie!

 
di Nicolò Marchetto
L’Azione, 16 marzo 2014