VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

novembre 2017
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930EC

NEWS ACVV

Incontro con la Parola per ragazzi dai 14 ai 16 anni
Per aiutare i giovanissimi (anche ragazzi di terza media se hanno già fatto la cresima), che abitualmente fanno un percorso di gruppo, ad avvicinarsi alla preghiera, si sono pensati tre incontri, di sabato pomeriggio, dalle 15.15 alle 17.15, che prevedono la presentazione della proposta, l'ascolto della Parola, un tempo di riflessione personale e la condivisione. Queste l date: 25 novembre, a Tezze di Piave; 16 dicembre a Moriago della Battaglia; 13 gennaio a Francenigo. Ogni educatore scelga per il proprio gruppo una delle tre proposte più adatte per luogo e giorno.

Esercizi Spirituali Giovani e Adulti
Nei giorni 1-2-3 Dicembre a Vittorio Veneto, nella Casa Spiritualità “San Martino di Tours” si terranno gli esercizi spirituali per giovani ed adulti. Il tema “Vivere l'Eucarestia” sarà approfondito da don Andrea Dal Cin. Per informazioni ed iscrizioni: Ufficio diocesano di Ac 0438/940374; segreteria@acvittorioveneto.it.

Veglia associativa
Giovedì 7 dicembre, alla vigilia della solennità dell’Immacolata, nel duomo di Oderzo, con inizio alle 20.30, presieduta dal Vescovo Corrado, ci sarà la Veglia associativa diocesana. Sono invitati giovani ed adulti, responsabili, educatori e quanti vogliono prepararsi con intensità alla festa dell’Immacolata.

EVENTI

Tempo Estate Eccezionale 2017 Toniolo 100 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

LESSICO ASSEMBLEARE

I Coordinamenti Foraniali

 
Il regolamento diocesano, parlando del funzionamento degli organismi foraniali, dice: “I Coordinamenti hanno funzione di stimolare la vita associativa, curare le relazioni tra i responsabili parrocchiali e curare le iniziative unitarie“. In questi giorni, in cui si stanno rinnovando i coordinamenti foraniali, vale la pena ricordare l’importante ruolo che svolge questo livello intermedio di responsabilità, all’interno della nostra associazione.

Ho sempre immaginati i membri del coordinamento come dei motivatori, persone che non hanno un ruolo operativo particolare, ma quando l’energia si sta esaurendo, intervengono, dando nuova forza per continuare il cammino intrapreso ponendo l’attenzione sul bene che siamo e non sulle difficoltà per fare quel bene. Funzionano da legante tra le diverse parrocchie, ricordando la strada percorsa in una visione d’insieme. Questo contribuisce a dare l’idea dell’associazione che siamo, non entità separate ma unite con lo stesso obiettivo declinato poi in base al punto del cammino in cui ci troviamo (ragazzi, giovani e adulti).

Un buon coordinamento è quello in cui le parrocchie riescono ad aiutarsi reciprocamente, proprio perché consapevoli dell’unità di cui fanno parte, in cui ognuna si sente sostenuta dall’altra, in cui pur mantenendo la propria identità, questa viene arricchita dal confronto con le altre parrocchie, divenendo ricchezza per tutti.

 
di Chiara Basei
L’Azione, 26 gennaio 2014