VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

gennaio 2019
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031EC

NEWS ACVV

Orchestriamo la Pace
Giunta all'ottava edizione, l’Azione Cattolica di Vittorio Veneto propone una serata in cui giovani e adulti si scambiano idee e speranze di pace attraverso i segni e i suoni del mondo musicale. L'appuntamento Orchestriamo la Pace è sabato 19 gennaio 2019 in patronato a Motta di Livenza. L'evento, che quest'anno si avvale della collaborazione con il Centro Studi La Pira, inizia alle ore 20.00 con un buffet aperto a tutti per proseguire poi con lo spettacolo musicale a partire dalle 21.00. Le esibizioni musicali e le forme artistiche presentate avranno come sfondo il tema del messaggio del Papa per la giornata mondiale per la Pace “La buona politica al servizio della pace". Ingresso libero.

Feste della Pace
A conclusione del Mese della Pace, vengono organizzate le feste foraniali per la Pace. Questo il calendario: domenica 20 gennaio: a Campodipietra per Mottense - Torre di Mosto e a Cordignano per Pedemontana. Sabato 26 gennaio a Vazzola per La Colonna. Domenica 27 gennaio a Sacile per Sacilese e a Piavon per Opitergina. Domenica 10 febbraio a Gaiarine per Pontebbana. Durante le feste verrà proposta l'iniziativa "Abbiamo riso per una cosa seria" che sostiene progetti che promuovono l'agricoltura familiare dei contadini del nord e del sud del mondo, contro lo sfruttamento del lavoro e del territorio. Ci saranno a disposizione delle confezioni sottovuoto di riso da 500 grammi.

Incontro Coordinamento foraniale e presidenti della forania Opitergina
I presidenti parrocchiali e il coordinamento della forania Opitergina si incontrano con la presidenza diocesana giovedì 31 gennaio, alle 20.30, nella parrocchia di Lutrano, sale dell'oratorio.

EVENTI

Incontro Presidenti Parrocchiali Triveneto OrchestriAmo La Pace 2019 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

SETTIMANA SANTA E TRIDUO PASQUALE

Vivere la Quaresima nella comunità

 
Il pellegrinaggio in Terrasanta è stato per me “Andare alle radici della fede” poiché vedere i luoghi della vita di Gesù mi ha permesso di ricercare l’essenza dell’essere cristiani.
Ma “andare alle radici della mia fede” per me è anche altro. Con il Battesimo sono stato immesso nella comunità parrocchiale. Ed è proprio la mia parrocchia che mi ha consentito di radicare profondamente la mia vita. In questo luogo la mia fede si è nutrita alla mensa domenicale e alla mensa della Parola; in essa ho fatto riferimento alle esperienze di fede delle persone che la costituiscono, a partire dai miei familiari. É ancora vivo il ricordo del mio bisnonno: mi attendeva, quand’ero ancora piccolo, ogni domenica. Appuntamento fisso: secondo banco a destra, nelle file centrali della chiesa “nuova”. Una fedeltà che mi provoca ancor oggi.
 
La mia storia di fede è cresciuta e si è rafforzata grazie alle persone che ho incontrato proprio nella parrocchia. Penso a don Marco, mio parroco per lungo tempo e a quanti mi hanno accompagnato e che ancor oggi mi camminano a fianco.
 
Ci stiamo avvicinando alla Settimana Santa. Mi è difficile pensare di vivere fuori dalla mia comunità questo tempo, soprattutto il Triduo Pasquale, cuore di tutto l’anno liturgico. Mi ritroverei disorientato. Ogni rito, ogni momento di questi giorni, si ripete apparentemente uguale; ma nello stesso tempo, queste azioni permettono di rinnovare l’itinerario liturgico nel cuore e nella mente di chi vi partecipa. Non c’è quindi alternativa: “andare alle radici della mia fede” è condividere il culmine di tutto l’anno liturgico con le persone della propria comunità.

 
di Michele Nadal
L’Azione, 17 marzo 2013