VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno inizia l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo che vede la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno inizia un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

LA FEDE NELL’ARTE

Un’esperienza di valore

 
L’itinerario nell’arte sacra, proposto anche quest’anno dall’Azione Cattolica diocesana, per domenica 17 febbraio aveva messo in programma la visita alla Chiesa Parrocchiale di Castello Roganzuolo. Appena saputo dell’appuntamento e sollecitati dai membri dell’Associazione “Suono in orchestra” ci siamo attivati perché l’accoglienza dei visitatori fosse allietata da un breve concerto. Una trentina di ragazzi delle nostre comunità, con il loro contributo in musica, hanno arricchito la spiegazione teologico-artistica degli affreschi di Francesco da Milano dipinti nelle pareti e nella volta del presbiterio della Chiesa e da poco sottoposti ad una imponente opera di restauro. Non sempre è facile avvicinare i giovani alle nostre chiese, ma forse bisognerebbe cambiare gli approcci. Questo incontro ha coinvolto e valorizzato tutta la famiglia parrocchiale dell’UP di San Fior. Non c’è stata solo la lettura di un’opera d’arte, tra l’altro mirabilmente effettuata da Cristina Falsarella, direttrice dell’Ufficio diocesano dell’Arte Sacra, ma è stata un’esperienza di comunità che accoglie e nel contempo è accolta. Che sia una nuova forma di fare Chiesa?
 
L’itinerario è proseguito poi nell’arcipretale di San Fior dove si è potuta guardare, con occhi nuovi, il polittico del Cima da Conegliano e c’è stata la possibilità di incontrare Annamaria Trevisan che, nella stessa chiesa, ha dipinto suggestive opere d’arte. L’artista, insieme all’architetto Susanna Maset, ha spiegato come è stata realizzata la cappella votiva della Beata Maria Pia Mastena, da poco inaugurata.
 
Un pomeriggio di valore trascorso nel nostro territorio scoprendo luoghi frequentati, ma non del tutto conosciuti. Molti hanno apprezzato la spiegazione che finalmente ha cominciato a svelare la fede e la conoscenza evangelica di chi ci ha preceduto. Siamo stati aiutati a gustare ciò che abbiamo sotto gli occhi e che purtroppo a volte diamo per scontato. Grazie a tutti coloro che hanno collaborato, a chi ci ha creduto, e a chi ha partecipato.

 
di Laura Moretto
L’Azione, 7 aprile 2013

 


 
Prossimo appuntamento
Domenica 7 aprile c’è il terzo incontro del percorso “Fede nell’arte”. Ci si incontra alle ore 15.00 davanti alla chiesa arcipretale di Cison di Valmarino, che custodisce all’interno i teleri di Egidio Dall’Oglio con la nascita e la Decollazione del Battista (inizio sec. XVIII) e all’esterno delle sculture raffiguranti le Virtù cardinali e teologali di Marco Casagrande (sec. XIX). Si raggiungerà poi la chiesa parrocchiale di Meschio (Vittorio Veneto) per ammirare la tavola dell’Annunciazione di Andrea Previtali (sec. XVI).