VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno inizia l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo che vede la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno inizia un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

ECHI DAL CAMPO 18ENNI

Un tempo dilatato

 
Quel cortile, quelle panchine, quella rete da pallavolo…. Un campo 18enni è un’esperienza che la vita ha la pretesa di cambiartela, perché passare sette giorni condividendo riflessioni, pensieri, cibo, risate e pianti con i tuoi amici e compagni, segna nel profondo il modo di guardare alla vita. A 18 anni si può essere responsabili, si può avere la patente, essere maturi. Spiritualmente però si è come la piccola figlia di Roberto e Chiara, Beatrice, che sorride a tutti ma capisce ancora poco: noi siamo così e abbiamo bisogno di punti di riferimento. I nostri animatori e capicampo, pur non essendo tutti padri e madri, sono stati ottimi genitori ed educatori.
 
Questi giorni sono letteralmente volati, forse con le ali della colomba origami di Simone e Giulia, ma abbiamo imparato, come dice Fabio Volo, che” il tempo si dilata e che quei cinque minuti sono preziosi e lunghi più di tante ore”.
Aiutati da don Alessandro ci siamo immersi nel giusto clima affrontando con impegno tutte le attività proposte e, affiancandoci al Campo Adulti presente negli stessi giorni, abbiamo potuto contare su un buon apporto di saggezza.
 
Fondamentale è stato l’affiatamento tra 39 cuori pieni di aspettative, che hanno saputo rendere maiuscola la sacra parola di tutti i campi: CONDIVISIONE.
Una parola così forte che nel dizionario, di sinonimi ne ha davvero pochi con un così chiaro significato, tanta è la sua unicità! Ci siamo donati l’un l’altro un pezzetto di vita, e abbiamo capito che il motivo della creazione è senz’altro l’amore, quell’amore che è stato il tema del nostro campo e che abbiamo imparato a conoscere nei momenti di preghiera, durante i giochi, nei piccoli gruppi, mangiando insieme, durante l’escursione e in tutti i traguardi che, puntando gli occhi in alto, abbiamo raggiunto, perché se è vero che i sogni sono nell’aria e noi nel cassetto, credo proprio che questo campo 18enni sia stato un bel modo per uscire dal cassetto.

 
di Fabio La Valle
L’Azione, 8 settembre 2013