VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

dicembre 2018
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31EC

NEWS ACVV

Veglia associativa
Venerdì 7 dicembre, alla vigilia della solennità dell’Immacolata, nella chiesa di Tezze di Piave, con inizio alle 20.30, presieduta dal Vescovo Corrado, ci sarà la Veglia associativa diocesana. Sono invitati giovani ed adulti, responsabili, educatori e quanti vogliono prepararsi con intensità alla festa dell’Immacolata.

8 dicembre, festa dell’adesione
Nel giorno dell’Immacolata l’Azione Cattolica celebra la giornata dell’adesione. Le associazioni parrocchiali festeggiano nei modi più diversi, ma il momento comune e più significativo resta la benedizione delle tessere durante la Santa Messa.

Incontro Coordinamento foraniale e presidenti di Conegliano e Vittorio Veneto
I presidenti parrocchiali e il coordinamento foraniale di Conegliano e Vittorio Veneto si incontrano con la presidenza diocesana martedì 11 dicembre, alle 20.30, nella parrocchia di San Rocco a Conegliano.

Convegno nazionale educatori
"Chiamati a scoprire il sapore" il tema del Convegno nazionale educatori Acr che si svolge a Roma dal 14 al 16 dicembre prossimi. Accompagnati da don Paolo Astolfo, assistente diocesano Acr, vi parteciperanno 5 educatori della nostra diocesi.

Minicampo invernale
"Sogna, vinci, scegli" il titolo del mini campo invernale per 18enni e giovani dai 19 ai 30 anni. Si svolge a Nebbiù, nella Casa Apina Bruno e Paola Mari da venerdì 28 a sabato 29 dicembre. E' una nuova opportunità per vivere insieme un momento di formazione e festa, anche alla luce del Sinodo appena concluso. Per info: Ufficio Ac 0438/940374; Mirko 349/0059503.

EVENTI

Sogna, Vivi, Scegli Sinodo dei Giovani 2018 Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

35ª GIORNATA MONDIALE PER LA VITA

Testimonianza di un padre e nonno

 
Nato in una famiglia di nove fratelli, sono stato favorito nella mia crescita di vita per il fatto di aver dovuto amalgamare spesso il mio carattere con il resto della famiglia.
Mia mamma la vedevo spesso preoccupata, pochissime volte la scorgevo china sul pargoletto di turno, intenta a fargli delle moine, vezzeggiandolo.
I bambini sono sempre la benedizione del Signore soleva spesso dire, anche se quei tempi non erano certo migliori del giorno d’oggi.
 
Raggiunta la maturità e venuto il momento di formare la mia famiglia, noi coniugi ci siamo accontentati di due stanze ricavate nella dimora paterna. La nostra preoccupazione di giovani sposi fu sempre che la famiglia fosse allietata dalla nascita di bambini. Il Signore ci premiò, concedendoci di diventare genitori di quattro bellissimi frugoletti. E con loro quante gioie si sono aggiunte al nostro vivere quotidiano: i Battesimi, i primi giorni di scuola, le prime Comunioni. Immancabili anche le difficoltà, ma superate spesso con il detto evangelico “Ogni giorno basta il suo affanno”.
 
Riandando col pensiero a quel tempo mi commuovo, nel rammentare come, seduti a tavola per il pranzo tutti volessero dire la loro, e con quanta fatica riuscissi a dare la parola ad ognuno. Non mancavo mai di far notare, in queste occasioni, come dovessero sentirsi fortunati di appartenere ad una famiglia composta di fratelli e sorelle.
 
Ora, raggiunta la terza età, abbiamo avuto anche un altro dono, diventare nonni, avendo dei nipoti che ci fanno godere la semplicità e la schiettezza dei bambini che ci sostituiranno in questo mondo.
Ringrazio il Signore per la gioia di essere vissuto in questo contesto dove la fede cristiana mi ha aiutato ad amare la vita e lottare affinché sia data.

 
di Illario Zabotti
L’Azione, 3 febbraio 2013