VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

ottobre 2019
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031EC

NEWS ACVV

Incontri con i Presidenti parrocchiali e i Coordinamenti foraniali
La Presidenza diocesana, per presentare il cammino assembleare che porterà l'Azione Cattolica al rinnovo delle responsabilità per il triennio 2020-2023, desidera incontrare i Presidenti Parrocchiali e i coordiamenti foraniali. Lunedì 14 ottobre, alle 20.30, ad Oderzo, nella sala sotto il campanile, sono attesi i presidenti parrocchiali e i coordinamenti foraniali di: Sacile, Mottense, Torre di Mosto, Opitergina e Pontebbana Venerdì 18 ottobre, alle 20.30, a Conegliano, nell'oratorio dell'immacola di Lourdes, sono attesi i presidenti parrocchiali e i coordinamenti foraniali di: La Vallata, Quartier del Piave, La Colonna, Conegliano, Vittorio Veneto e Pedemontana.

Lectio divina
Lunedì 21 ottobre, nella chiesa parrocchiale di Gaiarine, alle 20.30, don Andrea Dal Cin approfondirà, con una lectio divina, il tema dell'anno: "Lo avete fatto a me" (Mt 25,31-46).

EVENTI

ACRcinquanta Estate Eccezionale 2019 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Instagram AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

Spiritualità quotidiana

 
Mi faccio spesso delle domande, a cui cerco di dare risposte ogni giorno. La mia fede è una pratica esteriore e sociale per tradizione, o qualcosa che accompagna dall’interno il mio vivere ed agire? E’ una relazione personale con il Cristo vivente? Questa relazione è la sorgente che dà una qualità nuova di risorse, atteggiamenti, prospettive e opere da compiere ogni giorno?
 
Ho avuto la fortuna, dopo sposata, di poter fare la scelta di essere casalinga a “tempo pieno” e di dedicare quindi tutto il mio tempo alla famiglia e non solo, coltivando relazioni significative e profonde. Certamente la fonte della spiritualità è la preghiera, l’ascolto della Parola, la celebrazione della liturgia. Ma non solo. Durante la giornata ho altre opportunità per alimentare la mia spiritualità.
 
Il silenzio innanzitutto mentre compio i lavori di casa. Silenzio che mi porta a tu per tu con me stessa prima ancora che con Dio. Un silenzio interiore prima che esteriore. E’ un silenzio operoso, attivo, indispensabile per capire come sono dentro e preparare lo spazio perché Lui parli.
 
Un’altra opportunità di crescita spirituale è la disponibilità all’accoglienza, all’ascolto e al dialogo con chi mi sta accanto, marito e figli, ma anche con chi entra nella mia casa o incontro durante la giornata. E’ fondamentale avere tempo a disposizione per fare le cose con calma, decidere con serenità, fermarsi ad ascoltare e non mettere fretta a chi ha bisogno di aprirsi. Questo dare tempo mi arricchisce e mi fa crescere spiritualmente.
Per accogliere ci vuole ordine: ordine dentro di me, cura dentro e fuori casa. Chi arriva, ad iniziare dai familiari, deve sentirsi a suo agio, a casa sua, e ogni persona deve poter dire: sono accolto con gioia!

 
di Graziella Tomasella
L’Azione, 17 febbraio 2013