VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa. Mercoledì 4 luglio al via il terzo campo per Casa Cimacesta. Ottantadue sono i ragazzi di prima e seconda media che vi partecipano, provenienti da venticinque diverse parrocchie della diocesi, nove gli educatori guidati dal capocampo Roberto Amadio e dall'assistente don Andrea Dal Cin, con Mariuccia Nardin capocasa e AnnaRita Barzan cuoca.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

Sabato 5 ottobre, a Mareno di Piave, l’avvio dell’attività del nuovo anno associativo

RinnoviAmoCI:
corresponsabili e testimoni incontrando le periferie

 
E’ doppiamente importante l’incontro unitario dal titolo: “Rinnoviamoci. Corresponsabili e testimoni incontrando le periferie” che apre quest’anno associativo .
“Rinnoviamoci”è l’appello a essere persone nuove, che ci interroga sul nostro vivere la bellezza della fede che dà forma alla vita e ci riveste di Cristo in una continua conversione personale. E’ la tensione quotidiana di chi vuole porre Cristo al centro:”Metti fede e la vita avrà un sapore nuovo, la vita avrà una bussola che indica la direzione; metti speranza e ogni tuo giorno sarà illuminato e il tuo orizzonte non sarà più oscuro, ma luminoso; metti amore e la tua esistenza sarà come una casa costruita sulla roccia, il tuo cammino sarà gioioso, perché incontrerai tanti amici che camminano con te”. (Papa Francesco a Copacabana).
 
Ma “rinnoviamoci” è anche il senso del cammino assembleare che, partendo dalle parrocchie, arriverà in maggio al livello nazionale. Coloro a cui, in questo triennio, è stata affidata una responsabilità, siano disponibili ad accompagnare verso un sì altre persone, aiutandole ad essere generose, ad accettare di mettersi in gioco, sapendo che si cresce camminando, uscendo dai nidi protetti delle proprie sicurezze e imparando a confidare nella Grazia della Provvidenza. E’ con l’aiuto dello Spirito che la corresponsabilità diventa un essere l’uno al servizio dell’altro, per crescere nella stima reciproca.
 
L’associazione si impegna a camminare con tutta la Chiesa a servizio di un mandato contenuto nella lettera pastorale del vescovo Corrado “Và, e anche tu fa lo stesso” che ci stimola ad assumere lo stile del buon samaritano, che sa accogliere uscendo da logiche e schemi precostituiti per accompagnare gratuitamente, per fare bene il bene.
 
Il cristiano deve essere rivoluzionario per la grazia….La grazia fa di noi rivoluzionari… perché cambia il cuore. Un cuore che ama, un cuore che soffre, un cuore che gioisce con gli altri, un cuore colmo di tenerezza per chi, portando impresse le ferite della vita, si sente alla periferia della società“. ( Papa Francesco, Convegno ecclesiale della diocesi di Roma, 17 giugno 2013).
 
Ecco che cosa può essere la nostra testimonianza: la rivoluzione dell’amore per vivere nella gioia.

 
di Emanuela Baccichetto
L’Azione, 29 settembre 2013