VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

TEMPO ESTATE ECCEZIONALE 2013

Preghiera e fede a Cimacesta

 
“Danza la vita al ritmo dello Spirito!” Mi pare che le parole di questo canto esprimano bene l’esperienza di fede di un campo scuola di AC: è una questione di ritmo, da conoscere e imparare per interpretare correttamente quel meraviglioso spartito che il Signore ci dona ogni giorno nella vita che riceviamo dalle sue mani. Il ritmo della fede è dato dallo Spirito Santo e si fa sentire dentro la vita quotidiana: il campo scuola è una vitale cassa di risonanza per allenarsi a riconoscere il ritmo giusto, evitando il rischio di andare fuori tempo e di non capire più niente. È il ritmo della fede, infatti, che ci fa gustare il senso dei giorni che trascorriamo nell’ordinarietà.
 
Attraverso i diversi percorsi biblici e di formazione che sono settimanalmente proposti dagli animatori, il campo permette a chi vi partecipa di riapprendere ancora una volta il ritmo della Fede, sapendo che la chiave per interpretare il tutto è la preghiera.
 
La preghiera, scandendo i vari momenti della giornata, permette di entrare in sintonia con Dio che parla, di trovarsi sulla frequenza giusta e rispondere alla sua Parola. La preghiera fatta al mattino, la sera, prima dei pasti, la possibilità della messa quotidiana, la veglia di preghiera, i momenti personali e comunitari nella Cappellina, sono occasioni dove la fede trova i suoi spazi di ascolto e di dialogo con Dio: un ascolto e un dialogo che poi continua nelle altre attività del giorno.
 
E quando arriverà il momento di scendere dal monte, chi ha partecipato al campo riscoprirà la bellezza di tenere il tempo quotidiano con la preghiera, di non lasciarselo portare via dal disordine e dalla confusione, custodito da una spiritualità serena e matura, dove la vita e la fede danzano insieme.

 
di Don Andrea Dal Cin
L’Azione, 9 giugno 2013