VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa. Mercoledì 4 luglio al via il terzo campo per Casa Cimacesta. Ottantadue sono i ragazzi di prima e seconda media che vi partecipano, provenienti da venticinque diverse parrocchie della diocesi, nove gli educatori guidati dal capocampo Roberto Amadio e dall'assistente don Andrea Dal Cin, con Mariuccia Nardin capocasa e AnnaRita Barzan cuoca.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

SANTO NATALE

Attesa di vita nuova

 
Siamo ormai a pochi giorni dal Natale che porta in sé il mistero più vicino alla nostra quotidianità.
L’incarnazione infatti ci parla di un Dio che si è fatto e si fa carne assumendo anche oggi i colori, i profumi, le gioie e le angosce di quanti vivono questo tempo. Guardiamo giornali e telegiornali, incontriamo le persone e scopriamo quanto sia concreta l’attesa di un cambiamento, di qualcosa che rinnovi e risolva la prospettiva vuota di mille preoccupazione schiacciate, a causa dell’emergenza-crisi, solo sul presente. L’attesa è, come dice qualcuno che davvero “nasca qualcosa di nuovo”…
Dal cielo? Dalla terra? Dal Parlamento? Dalla Chiesa? Dall’Azione Cattolica? Da qualche incontro e intuizione? Da qualche saggio o profeta?
 
Vale la pena in un tempo tanto complesso aiutarci in vista di questo Natale con qualche augurio concreto…lo vorrei per me e per quanti in questo cammino di vita e di Chiesa il buon Dio mi ha fatto incrociare. L’Augurio doppio è che trovi spazio e nasca proprio in ciascuno di noi Colui che è novità di vita, risposta all’attesa, compagnia nel presente, concreta prospettiva di Speranza per il futuro…Nasca in me e in te per riempire di senso l’oggi e di gioia il domani.
 
E il secondo augurio è che nasca da me e da te “qualcosa di nuovo”, “Qualcuno di nuovo” da raccontare con la passione della novità che cambia la vita, con la Gioia di chi ha un tesoro da condividere, una speranza da regalare a tutti!
 
L’Ac è parte di questo rinnovamento… anche nelle assemblee di questo periodo nasce “qualcosa e qualcuno di nuovo”… la responsabilità è un tempo di dono e quindi di generatività, di nascita continua. Nuove relazioni, nuovi impegni, nuova “fantasia”, nuove occasioni per incontrare Colui che rinnova ciascuno con la sua nascita e la sua presenza tra noi.
Buon Natale a ciascuno. Buon Natale Ac: nasca anche in te e da te, l’annuncio di Gioia e di Speranza che in tanti oggi attendono.

 
di Diego Grando
L’Azione, 22 dicembre 2013