VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2017
Mercoledì 14 giugno si apre l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo che vede la presenza di 58 ragazzi di quarta e quinta elementare. Provenienti da 17 parrocchie, conosceranno da vicino le vicende di Davide, cantautore di Dio. Saranno guidati dal capocampo Daniele e dall'assistente don Adriano, con Lorenzo come cuoco e Stefano capocasa. Mercoledì 21 giugno è partito il secondo campo dell'estate che vede la presenza di 81 ragazzi di prima e seconda media, provenienti da 25 parrocchie. Sono guidati dalla capocampo Silvia, dall'assistente don Angelo, con Lisetta cuoca e Nicolò capocasa. Mercoledì 28 giugno 85 bambini di quarta e quinta elementare riempiranno Casa Cimacesta per il loro camposcuola. Provenienti da 16 parrocchie avranno Stella come capocampo, don Federico assistente, Annarita cuoca e Valerio capocasa.

Nuovo indirizzo email
Il nuovo indirizzo di posta elettronica dell'Azione Cattolica diocesana che è: "segreteria@acvittorioveneto.it". Sostituisce il precedente.

EVENTI

#AC150FuturoPresente Chi Ama Educa 2017 Tempo Estate Eccezionale 2017 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

CAMMINO ASSEMBLEARE

Insieme verso la XV Assemblea

 
L’Incontro Unitario diocesano di sabato 5 ottobre 2013 a Mareno di Piave ha dato inizio ufficialmente al nuovo anno associativo che sarà nello stesso tempo “straordinario e ordinario”.
 
Straordinario perché vedrà coinvolta l’associazione, nei suoi livelli parrocchiale, foraniale e diocesano, nel Cammino Assembleare che porterà a rinnovare gli incarichi di responsabilità e che vorrebbe avere il respiro della Chiesa “bella del Concilio”, dell’incontro tra ricchezze e povertà personali e comunitarie, con la certezza che tutto sarà trasformato da Suo Amore in “Bene” per le nostre comunità e per la vita di ciascuno.
Straordinario è trovarsi per due volte in poco tempo, in “assemblea” dai 14enni agli adulti della Terza età per raccontarci la gioia e la fatica di camminare insieme dentro a questo “modo” di essere Chiesa che è l’Ac.
 
Lo straordinario sarà dato anche dalle tante persone, chiamate ad un esercizio di discernimento, partecipazione e democrazia che le porterà a votare i nuovi responsabili ad ogni livello.
E se lo straordinario per molti sta nella “pazzia” di un’associazione che ogni tre anni vive unitariamente questo passaggio di discernimento e programmazione insieme ad un ricambio di molti dei suoi responsabili, oggi più che mai guardando alla classe politica e alla maturità democratica del nostro paese sentiamo il dovere di vivere con serietà questo momento tutt’altro che scontato.
 
Queste le tappe:

  • entro il 31 dicembre 2013 saranno convocate due assemblee parrocchiali la prima di verifica e confronto sul futuro dell’associazione, la seconda per eleggere il presidente e la presidenza che avranno cura dell’associazione, composta di ragazzi, giovani ed adulti, per i prossimi tre anni;
  • entro il 31 gennaio 2014 si riunirà l’assemblea foraniale per scegliere i membri del coordinamento che dovranno stimolare la vita associativa nella propria zona pastorale intensificando le relazioni tra i responsabili parrocchiali;
  • il 16 febbraio 2014 è convocata a Vittorio Veneto, presso il seminario, presieduta da un responsabile nazionale, l’assemblea diocesana elettiva, che voterà il documento programmatico per il 2014-2017 ed i 24 membri elettivi del consiglio diocesano.

 
Ordinario perché è l’orizzonte ampio della nostra quotidianità che attende risposte dall’impegno, dalla partecipazione, dal servizio di quanti vogliono abitarla con lo stile del Vangelo portando la Buona Notizia soprattutto là dove la vita è impoverita dalla mancanza di Speranza, di Luce, di un incontro fraterno.
La vita associativa continuerà quindi anche in quest’anno particolare nell’ordinarietà della sua proposta formativa: incontri parrocchiali di gruppo e diocesani, percorsi, veglie, esercizi spirituali, feste, Red, non mancheranno di continuare ad essere le fondamenta sopra le quali costruire il percorso assembleare.
Questo rinnovamento non può non partire da un impegno, un mettersi in gioco, una conversione personale e diventare poi rinnovamento associativo ed ecclesiale che passa per primo nella nostra comunità: un nuovo modo di essere e vivere la missione che il vescovo Corrado, con la lettera pastorale “Va e anche tu fa lo stesso”, e Papa Francesco, con l’invito ad andare alle periferie esistenziali, ci hanno indicato.

 
L’Azione, 6 ottobre 2013