VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

ottobre 2017
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031EC

NEWS ACVV

Cammino fidanzati: "Love in progress"
Domenica 22 ottobre, dalle 15 alle 18, nella canonica di Cimavilla di Codognè si svolge il primo incontro del cammino fidanzati. Love in progress nasce dalla collaborazione dei Settori Adulti e Giovani e per questo si integra nell’intera proposta formativa dell’Ac. Sviluppa le proposte nell’arco di due anni e costituisce un’occasione per maturare nel tempo le scelte più importanti e definitive alla luce del Vangelo e nel confronto con altre coppie. L’accompagnamento è curato da un sacerdote e da due coppie di sposi.

Re-Incontro del MLAC
Il Movimento Lavoratori di Azione Cattolica è stato attivo nelle nostra diocesi per quasi 35 anni. Una volta al mese si incontrava un gruppo di giovani e adulti, inseriti nel mondo del lavoro e della famiglia, che cercavano di portare in luce come è possibile vivere da cristiani in ogni ambiente; d'estate c’era poi il campo scuola. Famiglie e figli sono cresciuti in questo contesto e hanno costruito amicizie e legami di affetto e stima che hanno superato difficoltà e individualismo. Domenica 22 ottobre, a partire dalla Messa delle 10.30 a Vazzola, queste persone desiderano reincontrarsi. Don Giuseppe Fagaraz che, insieme a tanti altri sacerdoti ha accompagnato il cammino del MLAC, concelebrerà con il parroco don Massimo. La festa proseguirà poi al ristorante “Casa Vittoria“ di San Polo di Piave. La scelta è stata fatta per sostenere il prezioso lavoro di alcuni ragazzi down che hanno deciso di impegnarsi nell’attività di ristorazione. Sarà una domenica dove il ritrovarsi non sarà nostalgia, ma spinta e racconto di vita buona.

Feste parrocchiali del Ciao
"Pronti a scattare" - ovvero come diventare capaci di foto d'autore, guardando la realtà andando oltre le apparenze - il tema dell'anno proposto ai bambini e ragazzi dell'ACR. Sabato 28 e domenica 29 nelle parrocchie "scattano" le feste del Ciao, ovvero i gruppi parrocchiali iniziano nella gioia la loro attività, invitando nuovi amici ad unirsi al loro percorso di crescita.

Fede nell'arte
"La sensibilità femminile interprete dell'invisibile" è il titolo della nuova edizione de "La fede nell'arte" che vede quest'anno la scoperta di opere d'arte presenti nel nostro territorio realizzate da artiste donne. Domenica 29 ottobre il primo appuntamento, a Pieve di Soligo, alle ore 15, nel duomo Santa Maria Assunta, per ammirare i dipinti murali di Marta Sammartini. Iscrizioni e info: Ufficio diocesano Ac 0438/940374; Annamaria 328/7082919; Valerio 0438/801040.

Incontri con le Presidenze parrocchiali
Nel desiderio di conoscere sempre meglio la realtà di ogni associazione, rilevarne le difficoltà, coglierne suggerimenti e condividere le prospettive di impegno, la Presidenza diocesana mette in calendario 4 date per incontrare le presidenze parrocchiali e i coordinamenti foraniali. Martedì 10 ottobre per le parrocchie delle foranie Pontebbana e Sacile; martedì 17 ottobre per La Colonna e il Quartier del Piave; martedì 7 novembre per Opitergina, Mottense, Torre di Mosto; martedì 14 novembre per La Vallata, Pedemontana, Vittorio Veneto e Conegliano.

Nuovo indirizzo email
Il nuovo indirizzo di posta elettronica dell'Azione Cattolica diocesana che è: "segreteria@acvittorioveneto.it". Sostituisce il precedente.

EVENTI

Tempo Estate Eccezionale 2017 Toniolo 100 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

PERCORSO “LA FEDE NELL’ARTE”

In viaggio tra fede e arte

 
Con la visita in notturna alla Basilica di San Marco si chiude il percorso annuale (alla riscoperta del nostro patrimonio d’arte).
 
Venezia città d’arte, ci accoglie sabato 25 maggio, immersa in un cielo che pare una tela. Nubi bianco-grigio cariche di pioggia si stagliano nel cielo. Nel canale una nave se ne va, metafora di “un viaggio di vita nella fede”, laddove, la visita alla Basilica di San Marco, è un tassello, posto a chiudere il mosaico del percorso annuale de “La fede nell’arte”.
 
Ci guida a conoscere il patrimonio artistico di questa “cappella ducale”, inizialmente riservata al culto delle famiglie dei Dogi, edificata tra il 1063 e il 1617, don Giorgio Maschio. La pianta della chiesa, a croce greca, le cappelle principali che consentono di leggere la storia della salvezza da est a ovest, ci presentano Cristo come “sole perpetuo” che, in Maria, la cui figura ci accoglie dal portale d’ingresso, si fa uomo, e “compagno di strada dell’uomo”, sino a diventare, nella storia, specchio con il quale anche i dogi erano chiamati a confrontarsi, modello da imitare nell’attività di governo della città.
 
Ogni scena dell’estesa superficie musiva della Basilica, 4000 mq. circa, è immersa nell’oro, simbolo della luce nella tradizione orientale, dà forma ad una catechesi per immagini, che, sin dall’atrio, riesce a collegare gli eventi e i personaggi dell’Antico Testamento – profeti, patriarchi, re – alla vicenda umana di Gesù – le tentazioni, il bacio di Giuda, la Passione, l’Ascensione, la Pentecoste – per raccontarne il “compimento”, tanto da diventare un ripetuto interrogativo: “che cosa è l’uomo perché te ne ricordi e il figlio dell’uomo perché te ne curi?” (Sal. 8).
 
La figura del Cristo Pantocratore ricorda il valore escatologico del suo annuncio, insegna a porci in dialogo con Dio sapendoci “creature”. Lo stesso invito ci viene dall’icona bizantina della “Madonna Nicopeia”, giunta a Venezia dopo la quarta crociata, che ci lasciamo alle spalle uscendo. E’ Lei il tassello che chiude un tratto della strada tra arte e fede, fede e arte.

 
di Valeria Biasotto
L’Azione, 2 giugno 2013