VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

dicembre 2018
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31EC

NEWS ACVV

Veglia associativa
Venerdì 7 dicembre, alla vigilia della solennità dell’Immacolata, nella chiesa di Tezze di Piave, con inizio alle 20.30, presieduta dal Vescovo Corrado, ci sarà la Veglia associativa diocesana. Sono invitati giovani ed adulti, responsabili, educatori e quanti vogliono prepararsi con intensità alla festa dell’Immacolata.

8 dicembre, festa dell’adesione
Nel giorno dell’Immacolata l’Azione Cattolica celebra la giornata dell’adesione. Le associazioni parrocchiali festeggiano nei modi più diversi, ma il momento comune e più significativo resta la benedizione delle tessere durante la Santa Messa.

Incontro Coordinamento foraniale e presidenti di Conegliano e Vittorio Veneto
I presidenti parrocchiali e il coordinamento foraniale di Conegliano e Vittorio Veneto si incontrano con la presidenza diocesana martedì 11 dicembre, alle 20.30, nella parrocchia di San Rocco a Conegliano.

Convegno nazionale educatori
"Chiamati a scoprire il sapore" il tema del Convegno nazionale educatori Acr che si svolge a Roma dal 14 al 16 dicembre prossimi. Accompagnati da don Paolo Astolfo, assistente diocesano Acr, vi parteciperanno 5 educatori della nostra diocesi.

Minicampo invernale
"Sogna, vinci, scegli" il titolo del mini campo invernale per 18enni e giovani dai 19 ai 30 anni. Si svolge a Nebbiù, nella Casa Apina Bruno e Paola Mari da venerdì 28 a sabato 29 dicembre. E' una nuova opportunità per vivere insieme un momento di formazione e festa, anche alla luce del Sinodo appena concluso. Per info: Ufficio Ac 0438/940374; Mirko 349/0059503.

EVENTI

Sogna, Vivi, Scegli Sinodo dei Giovani 2018 Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

JORGE MARIO BERGOGLIO ELETTO PAPA

Grazie Papa Francesco

 
L’annuncio delle dimissioni di Benedetto XVI è giunto inatteso, come fulmine a ciel sereno.
A chi mi chiedeva che cosa ne pensassi ho sempre risposto che bisognava pregare molto, invocare lo Spirito Santo perchè custodisse il papa emerito ed illuminasse i cardinali elettori nella scelta.
 
Durante l’attesa spesso sono stata sollecitata a fare il “toto papa”, a dire chi avrei voluto vedere rivestire i panni del successore di Pietro.
Fino all’ultimo mi sono sforzata di indicare solo i tratti di un profilo: espressione dell’universalità della Chiesa, pensiero rigoroso unito ad un’umanità che facesse trasparire e rimandare a Gesù Cristo, incarnato, morto e risorto per amore dell’umanità.
 
Quando mercoledì scorso è apparso alla loggia delle benedizioni papa Francesco ho riconosciuto in lui questi tratti. Prima di tutto un uomo che saluta con un buonasera, che ringrazia dell’accoglienza, che augura buon riposo.
Un vescovo, pastore della sua Chiesa, alla quale chiede di essere benedetto prima di benedire.
 
Un papa che vuole camminare insieme a tutto il popolo di Dio, che indica la fratellanza come finalità prima della Chiesa.
Grazie papa Francesco, lo Spirito Santo ti è venuto a prendere quasi alla fine del mondo, ma ora sei qui con noi, ci hai subito riscaldato il cuore divenendo segno visibile di un Vangelo di speranza per tutti gli uomini e le donne di buona volontà.

 
di Francesca Zabotti
L’Azione, 24 marzo 2013