VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

aprile 2019
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930EC

NEWS ACVV

ISCRIZIONI CAMPI ESTATE 2019
Sono aperte le iscrizioni ai campi per i ragazzi e i giovani iscritti all'Azione Cattolica. Vi attendiamo, nel desiderio di accogliere al meglio ogni richiesta di partecipazione ai campi, perché questo è l'obiettivo del Tempo Estate Eccezionale!

A Susegana adorazione eucaristica nella notte del Giovedì santo
Anche quest’anno l’Azione Cattolica di Susegana e Crevada propone l’Adorazione Eucaristica notturna, dopo la Messa del giovedì Santo, 18 aprile, nella chiesa di Susegana, dalle ore 22 alle 7 del mattino successivo. Il tema “Dio chiama chi ama..." aiuterà ad approfondire diversi episodi del Vangelo, in particolare alcune chiamate fatte da Gesù. Spunti e riflessioni sono proposti dai giovani.

Si riapre Casa Cimacesta
Al via, nei weekend 25-26 maggio e 1-2 giugno a Cimacesta, gli interventi per riaprire la Casa dell’Azione Cattolica diocesana. Chiunque volesse rendersi disponibile lo comunichi in ufficio. tel 0438.940374 o e-mail: segreteria@acvittorioveneto.it. Grazie.

EVENTI

Festa Unitaria 2019 - Sapore di Sale Estate Eccezionale 2019 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

UNA SOCIA NOVANTADUENNE

Gli adulti sono i giovani del passato!

 
A proposito di “Gioventù Cattolica in cammino”, come ci ricorda il nostro primo inno, è con piacere che brevemente vi racconto una donna che da anni fa parte dell’Azione Cattolica. Ha 92 anni ed è l’aderente più adulta, anzi adultissima, della parrocchia di Susegana! Cominciò la sua storia associativa da giovanissima, prima come capa delle Beniamine, poi come Effettiva e Giovane.
 
Erano gli anni 30 e in parrocchia non c’erano molte occasioni di confronto” mi racconta, “frequentavamo l’unico gruppo esistente”.
Nei primi anni ci ritrovavamo la domenica dopo i vespri per stare tutti insieme a giocare. Crescendo, una volta al mese, la responsabile di zona organizzava le adunate. In questi incontri, ai quali partecipavano molti gruppi, ci raccontavano cosa succedeva nel mondo e nella società, dato che le televisioni non c’erano e solo alcuni avevano la radio, e ci spiegavano come dovevamo comportarci per essere buoni cristiani, all’interno dell’associazione e nel nostro quotidiano!
Era un momento per stare insieme a molti amici; anche allora c’era chi preferiva andare a ballare e chi sceglieva di passare la domenica pomeriggio giocando e confrontandosi.
Cambiò poi paese e per qualche anno non partecipò alle attività parrocchiali. Dopo il matrimonio e la nascita dei figli tornò a prendere parte agli incontri e da allora ogni anno la sua adesione all’Azione Cattolica è di rito.
 
Mi stupisce vedere ancora, dopo tutto questo tempo, la voglia di rinnovare il suo si, l’affetto e la solidarietà che prova per l’associazione che le ha insegnato tanto e che, soprattutto in gioventù, le ha dato delle regole e indicato una strada solida sulla quale camminare.
Non partecipi più attivamente agli incontri adulti, ma non manca il suo sostegno nella preghiera!
Dovremmo davvero prendere esempio dai nostri adulti che vivono con serietà l’essere aderenti all’Azione Cattolica e sentono l’associazione come parte della loro vita, del loro stile e del loro essere cristiani.

 
di Anna Casagrande
L’Azione, 8 dicembre 2013