VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

CHI AMA EDUCA

Formati ad educare

 
Tutti almeno una volta nella vita ci troviamo a compiere delle scelte e nel farlo abbiamo bisogno del consiglio di chi si è posto le stesse domande e ha avuto le stesse difficoltà.
Uno tra i punti fondamentali emersi durante il primo incontro del “Chi ama educa” di venerdì 3 maggio è stato quello di affrontare sempre con coraggio e convinzione le proprie scelte e, quando ci si ritrova a “far scegliere” e non più a “scegliere” in prima persona, bisogna stare ben attenti a ciò che si fa e ciò che si dice.
 
Nei laboratori ci siamo interrogati sulle possibili strategie per educare alle scelte in modo tale da mantenere la libertà di chi aiutiamo e allo stesso tempo riuscire a trasmettere il senso di responsabilità collegato alla decisione presa.
Accompagnare qualcuno implica necessariamente mettere se stessi in gioco soffermandosi sulle proprie esperienze di vita. Dobbiamo essere sinceri con chi vede in noi una figura di riferimento, perché il rapporto che si crea si basa sulla fiducia reciproca.
 
Dal mettere a confronto età ed esperienze di vita diverse si è arrivati ad elencare alcuni aspetti educativi chiave che poi verranno ripresi nell’incontro di mercoledì 8 maggio dalla pedagogista Paola Bignardi. Spero di essere aiutata a capire come questi concetti possano essere applicati in modo efficace nelle diverse realtà del nostro territorio.

 
di Gemma Tomasella
L’Azione, 12 maggio 2013