VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

Don Ilario Antoniazzi,
nuovo Vescovo di Tunisi

 
Abbiamo accolto con grande gioia la nomina a Vescovo di Tunisi, di don Ilario Antoniazzi, nostro sacerdote conterraneo.
Nel recente pellegrinaggio dell’Azione Cattolica in Terra Santa, lo abbiamo incontrato a Nazareth nella concelebrazione con mons. Marcuzzo e il nostro vescovo Corrado. Ci ha raccontato la sua testimonianza di parroco da molti anni di Rameh e da poco tempo responsabile delle scuole cattoliche del Patriarcato in Terra Santa.
 
Abbiamo apprezzato la sua semplicità, l’umiltà, la gioia di essere prete in luoghi difficili per la fede cristiana. Ci ha parlato con passione ed orgoglio delle “sue” scuole, aperte non solo ai cattolici, ma anche agli altri cristiani, ai musulmani e agli ebrei, dove tutti recitano quotidianamente il Padre Nostro e tutti ricevono in dono il Vangelo come ricordo del percorso scolastico.
 
In particolare ci ha raccontato di quella appena inaugurata, dopo un’odissea durata18 anni, a Rameh, la sua parrocchia, nel nord della Galilea, un paese di 8000 abitanti di cui il 51% cristiani, il 29% drusi e il 20% musulmani. La scuola, vero cuore pulsante della comunità, ha un ruolo fondamentale per l’unità dei suoi abitanti poiché non è solamente un luogo di apprendimento, ma di dialogo tra le religioni e la cultura, al servizio dell’uomo e della costruzione di ponti di amicizia e d’amore tra tutti. Abbiamo salutato don Ilario il 2 gennaio: forse custodiva già nel suo cuore la chiamata di Papa Benedetto.
 
Don Ilario, preghiamo per lei e per la popolazione che il Signore le ha affidato.
 
Arrivederci a Tunisi!

 
di Dante Dal Cin
L’Azione, 3 marzo 2013