VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

ottobre 2018
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031EC

NEWS ACVV

Incontro con i presbiteri
Martedì 16 ottobre dalle 9.30, nel Seminario di Vittorio Veneto, è in programma un incontro per dialogare e confrontarsi tra presbiteri diocesani sull'esperienza ecclesiale dell’Azione Cattolica, presente in molte parrocchie della nostra diocesi, con la proposta di don Andrea Dal Cin, assistente diocesano, sulla domanda: "Come sta l’AC? Quale rapporto con il presbitero diocesano?". La chiusura dei lavori è prevista per le 11.45.

Incontro Presidenti parrocchiali
La Sala Marcuzzo del Centro Polivalente di Fontanelle ospita mercoledì 17 ottobre, alle 20.30, i presidenti parrocchiali con la presidenza diocesana per un incontro che prevede, oltre alla consegna del materiale delle adesioni, l'approfondimento della figura del presidente come accompagnatore degli educatori e degli aderenti della propria comunità parrocchiale.

Incontro Coordinamento foraniale e presidenti della Vallata
I presidenti parrocchiali e il coordinamento foraniale de La Vallata si incontra venerdì 19 ottobre, alle...

Lectio divina sul tema dell'anno
A Fontanelle, nella chiesa del centro, lunedì 22 ottobre, alle 20.30, don Andrea Dal Cin terrà la lectio divina "Di una cosa sola c'è bisogno" (Lc 10,38-42) sul brano evangelico che farà da filo rosso all'anno associativo. L'invito è per tutti, in primis per i responsabili e gli educatori. Santa Messa in suffragio di don Silvano De Cal
Giovedì 25 ottobre, nella chiesa Cattedrale a Vittorio Veneto, alle 19.00, sarà celebrata la Santa Messa ad un anno dall'improvvisa morte di Don Silvano De Cal, per tanti anni assistente diocesano nell'Ac.

EVENTI

Sinodo dei Giovani 2018 Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

LESSICO ASSEMBLEARE

Democrazia e libertà

 
“La libertà non è star sopra un albero,
non è neanche un gesto o un’invenzione,
la libertà non è uno spazio libero,
libertà è partecipazione!”
cantava Giorgio Gaber.
 
Quindi: tutti protagonisti con le proprie idee e le proprie proposte da discutere e realizzare, senza cedere alla tentazione di lasciare che uno o pochi decidano per tutti.
L’AC è sicuramente “una palestra di partecipazione” perché aderire significa fare esperienza di protagonismo ecclesiale, ma anche di democrazia.
 
I vari livelli – parrocchiale, foraniale, diocesano, regionale e nazionale – sono guidati da organi collegiali, espressione della democraticità interna dell’associazione, eletti sulla base di un rapporto di fiducia, di stima e di responsabilità.
L’associazione quindi è “luogo” ove si fa esperienza di progettazione, ma anche di pratica democratica con i suoi ritmi, le sue procedure e le sue forme esigenti, ma ancor, oggi più che mai, necessarie. Votano perfino i 14 enni e i ragazzi dell’Acr sono rappresentati dai loro educatori. Nessuno escluso.
Ogni tre anni l’AC vive il cammino assembleare a tutti i livelli come tempo speciale, occasione per discernere insieme, per fare il punto, individuando limiti ma anche risorse e potenzialità, scegliendo le persone a cui affidare la responsabilità di rappresentare e guidare l’associazione.
 
Nella consapevolezza che, come diceva il filosofo francese Jacques Maritain, la democrazia è un esercizio di ottimismo che un cristiano non può non avere. Per un futuro da costruire insieme.

 
di Valerio De Rosso
L’Azione, 1 dicembre 2013