VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

LA FEDE NELL’ARTE

“Dalla fede di chi ci ha preceduto,
un’eredità preziosa per tutti noi”

 
L’Azione Cattolica, da qualche anno, propone il percorso “La fede nell’arte” che nasce dal desiderio di scoprire nel nostro territorio i tesori di arte nati dall’esperienza di fede di chi ci ha preceduto e lasciati in eredità preziosa anche a noi.
 
Domenica 17 febbraio si terrà il secondo incontro previsto per quest’anno, che prevede l’accompagnamento da parte di Cristina Falsarella, direttrice dell’Ufficio per l’Arte Sacra diocesano.
 
“L’appuntamento è alle ore 15.00 davanti alla Chiesa parrocchiale di Castello Roganzuolo, antica Pieve dedicata ai Santi Pietro e Paolo, che racchiude un pregevole ciclo di affreschi, realizzati da Francesco Da Milano verso la fine degli anni Venti del Cinquecento. La riflessione verterà proprio su questo significativo esempio di biblia pauperum, alla luce anche di quanto emerso in occasione del recente restauro. L’opera costituisce un’articolata narrazione per immagini che ricopre completamente il presbiterio; comprende la raffigurazione delle Vergini sagge e delle Vergini stolte nell’intradosso dell’arcone e gli episodi della Vita di Gesù con le figure degli Evangelisti e dei Padri della Chiesa sul soffitto. Ma il tema centrale si sviluppa sulle tre pareti e riguarda le Storie di San Pietro, il principe degli Apostoli e titolare della Pieve: dalla Pesca Miracolosa fino alla Crocifissione di Pietro per chiudere con la Visione di Costantino a Ponte Milvio, esempio dell’intervento della Chiesa nella storia. Curiosa la presenza sulla parete di fondo di una torre merlata centrale, la quale pochi anni dopo la realizzazione fu occultata dalla collocazione del monumentale trittico di Tiziano Vecellio, oggi conservato presso il Museo diocesano per l’Arte Sacra “Albino Luciani” di Vittorio Veneto.
 
La seconda parte dell’incontro, a partire dalle 16.30 circa, si svolgerà presso la Chiesa parrocchiale di San Fior di Sopra, per tre momenti diversi: il primo dedicato al polittico di Cima da Conegliano presente in presbiterio, spunto straordinario per riflettere sulla centralità della figura di San Giovanni Battista, titolare della chiesa e coprotagonista anche dell’elegante tela con il Battesimo di Cristo, realizzata di recente per il Battistero dalla pittrice vicentina Annamaria Trevisan; per la lettura di quest’ultima opera sarà presente anche l’artista; infine, l’arch. Susanna Maset accompagnerà i presenti nell’adiacente Cappella della Beata Maria Pia Mastena per illustrare la personalità della religiosa e i criteri con i quali è stato concepito questo suggestivo spazio di preghiera”.

 
di Cristina Falsarella
13 febbraio 2013