VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

Domenica 24 Giugno

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

Settimana Sociale dei Cattolici Italiani
Torino, dal 12 al 15 settembre

Dall’AC un contributo di esperienza e di riflessione

 
Raccontare la bellezza della famiglia e dell’amore: con questo invito il presidente nazionale di AC, Franco Miano, ci ha salutati alla conclusione del Convegno pubblico tenutosi a Treviso lo scorso primo giugno, sul tema “Famiglia: di casa nel Triveneto?”. Ultima di sedici tappe in tutta Italia, una per regione.
 
Un percorso che ha cercato di unire la concretezza del legame con il territorio e l’approfondimento diffuso e propositivo. Tutto questo per arrivare preparati ad un evento importante non solo per la chiesa, ma per tutta la società civile: la 47° Settimana Sociale dei cattolici italiani sul tema “Famiglia, speranza e futuro per la società italiana”, che è in corso a Torino fino a domenica 15 settembre 2013.
 
Ideate dal beato Giuseppe Toniolo, le Settimane Sociali hanno sempre ricevuto una specifica attenzione da parte dell’Associazione, ma il tema di quest’anno si avvicina particolarmente all’interesse costante e quotidiano dell’Ac per la famiglia, riconosciuto nello Statuto e nei suoi Documenti. La scelta dell’unitarietà mette in relazione la persona, centro della proposta formativa, con i legami generazionali e affettivi nel contesto di vita quotidiano, per cui lo stesso stile di Ac è quello familiare.
 
In parallelo alla riflessione proposta dal Documento preparatorio all’appuntamento torinese, (suddivisa in tre parti: La famiglia e la persona umana; La famiglia, bene per tutti; Famiglia,società e economia; disponibile sul sito www.settimanesociali.it), l’Azione cattolica nazionale, nel suo percorso di preparazione, ha colto la famiglia nel suo rapporto con il territorio, l’educazione, lo stile di sobrietà, la formazione alla cittadinanza, il bene comune, l’Europa, il Concilio, la scuola, la cultura e lo sviluppo. Per cui porterà un ricco contributo di idee e buone pratiche nella convinzione che un atteggiamento e una scelta che sia “favor familiae” è garanzia di una più grande felicità per ciascuno. E se abbiamo bisogno di una Settimana sociale per chiarirci le idee e rifondare le “buone ragioni” della famiglia, ben venga; ma in cuor nostro già sappiamo che: famiglia è bello!

 
di Emanuela Baccichetto
L’Azione, 15 settembre 2013