VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

dicembre 2018
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31EC

NEWS ACVV

Veglia associativa
Venerdì 7 dicembre, alla vigilia della solennità dell’Immacolata, nella chiesa di Tezze di Piave, con inizio alle 20.30, presieduta dal Vescovo Corrado, ci sarà la Veglia associativa diocesana. Sono invitati giovani ed adulti, responsabili, educatori e quanti vogliono prepararsi con intensità alla festa dell’Immacolata.

8 dicembre, festa dell’adesione
Nel giorno dell’Immacolata l’Azione Cattolica celebra la giornata dell’adesione. Le associazioni parrocchiali festeggiano nei modi più diversi, ma il momento comune e più significativo resta la benedizione delle tessere durante la Santa Messa.

Incontro Coordinamento foraniale e presidenti di Conegliano e Vittorio Veneto
I presidenti parrocchiali e il coordinamento foraniale di Conegliano e Vittorio Veneto si incontrano con la presidenza diocesana martedì 11 dicembre, alle 20.30, nella parrocchia di San Rocco a Conegliano.

Convegno nazionale educatori
"Chiamati a scoprire il sapore" il tema del Convegno nazionale educatori Acr che si svolge a Roma dal 14 al 16 dicembre prossimi. Accompagnati da don Paolo Astolfo, assistente diocesano Acr, vi parteciperanno 5 educatori della nostra diocesi.

Minicampo invernale
"Sogna, vinci, scegli" il titolo del mini campo invernale per 18enni e giovani dai 19 ai 30 anni. Si svolge a Nebbiù, nella Casa Apina Bruno e Paola Mari da venerdì 28 a sabato 29 dicembre. E' una nuova opportunità per vivere insieme un momento di formazione e festa, anche alla luce del Sinodo appena concluso. Per info: Ufficio Ac 0438/940374; Mirko 349/0059503.

EVENTI

Sogna, Vivi, Scegli Sinodo dei Giovani 2018 Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

35ª GIORNATA MONDIALE PER LA VITA

Chiesa, grembo di vita

 
Sono venuto perché abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza” (Gv 10,10).
Comunque si voglia intendere la pregnanza data alla parola “vita” da San Giovanni è chiaro che tutti i significati presuppongono quello più semplice e normale: la partecipazione all’essere, all’esistere che per gli uomini e donne vuol dire innanzi tutto l’essere nati, la vita fisica.
La sovrabbondanza è un di più di qualità, di senso, di gusto, di consapevolezza, di gioia di vivere che riempie quei buchi che il limite e la mortalità propri dell’essere umano, si portano dietro.
 
Dove attingere questa pienezza di vita? Quando giovani genitori portano con gioia e trepidazione il bimbo o la bimba al battesimo, tra i molteplici significati ed effetti di questo sacramento, per intuizione conscia od inconscia, colgono primariamente “l’inserimento in una comunità” la parrocchia, la chiesa, sentita come una maternità e una paternità prolungata e rafforzata, che dilata e completa il “bene” che i genitori desiderano per i figli . Il grembo della Chiesa, vergine e madre come Maria, genera nella fede la vita piena, “nascosta con Cristo in Dio”(Col.3,3), e quindi messa al sicuro da ogni disavventura e da ogni minaccia. Questo suscita meraviglia, perché anche i più freddini verso la Chiesa, ne riconoscono il mistero nascosto dentro e oltre la sua umana consistenza.
 
Questa è la vera vita secondo il piano del Creatore e Signore della vita. Ogni anno, nella giornata per la vita, noi ci auguriamo che tutto questo continui ad essere cercato e vissuto come valore primo, il “dono e mistero” della vita. E’ in nome e in virtù di Lui che si può parlare di “generare” vita, come intermediari di una virtù, quella appunto del generare, che appartiene solo a Lui, come fonte e origine di ogni dono.

 
di Don Silvano De Cal
L’Azione, 3 febbraio 2013