VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

luglio 2020
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031EC

NEWS ACVV

PRESIDENTE DIOCESANO
E' con gratitudine che accogliamo la comunicazione del Vescovo Corrado relativa alla nomina di Enrico Ioppo quale presidente diocesano di Azione Cattolica per il triennio 2020-23. Ringraziamo Enrico per la disponibilità data all'associazione, ci impegniamo a vivere nella corresponsabilità il servizio alla Chiesa e all'AC diocesana con generosità e dedizione. Buon lavoro e buon cammino a tutti noi! Emanuela con don Andrea.

TEMPO ESTATE ECCEZIONALE
lentamente e con prudenza stiamo facendo i primi passi per ricostruire nelle nostre comunità e associazioni parrocchiali opportunità di incontro e confronto. Il Consiglio diocesano di Azione Cattolica ha valutato la possibilità di aprire Casa Cimacesta all'esperienza estiva dei campiscuola, parte fondamentale dei nostri cammini formativi per piccoli e grandi. E' con grande tristezza che sospendiamo la proposta di calendario estivo elaborata per i mesi di giugno e luglio. Siamo in attesa di condizioni e disposizioni più vicine alle potenzialità di uso degli spazi della casa, per prendere in considerazione una eventuale apertura a famiglie e giovani nella seconda parte dell'estate. Prossimamente riceverete altre comunicazioni da parte delle commissioni circa proposte per attività estive alternative e fattibili fin d'ora. Voi stessi siete chiamati ad usare la vostra fantasia e creatività per promuovere tutto quello di cui c'è bisogno per fare del tempo estivo un tempo eccezionale per vivere l'amicizia, la formazione, l'essere Chiesa a partire dalle nostre parrocchie.

EVENTI

Estate Eccezionale 2020 Cammino Assembleare 2020 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Instagram AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

Chi ben comincia…

 
In questi mesi tutte le parrocchie hanno dato il via all’attività dell’ACR con i primi incontri e con le feste del Ciao. Nella fase iniziale, gioca un ruolo fondamentale il modo in cui vengono invitati i ragazzi a partecipare al gruppo. Nei tratti distintivi dell’esperienza associativa offerta dall’Azione Cattolica, ci sono le relazioni che si creano tra i ragazzi e i loro coetanei, con gli educatori, con gli adulti e con la realtà comunitaria in cui vivono, sperimentando così la dimensione della fraternità, dell’amicizia e dei legami tra le persone.
 
Proprio in quest’ottica si è attivata la parrocchia di Menarè. Già da un paio d’anni gli educatori hanno adottato la modalità del “porta a porta”: chi prendendo una pausa dallo studio e chi un permesso dal lavoro, hanno suonato i campanelli e sono entrati nelle case dei ragazzi, dedicando una giornata intera all’invito all’ACR. In questo modo, oltre a consegnare il foglietto con le indicazioni scritte, hanno parlato direttamente con i ragazzi, i loro genitori e si sono fatti conoscere. Quest’anno poi, hanno esteso l’invito alla vicina parrocchia di Scomigo. «In quella parrocchia non c’è l’ACR, quindi abbiamo chiesto al parroco di invitare i ragazzi a partecipare – ci racconta Monica responsabile ACR di Menarè – consegnando a lui gli inviti in modo che potesse poi farli avere alle famiglie. Non conoscendoli personalmente ci sembrava un po’ troppo andare a suonare casa per casa. Li abbiamo invitati a partecipare alle attività di gruppo nella nostra parrocchia. La risposta è stata buona, oltre ai 37 ragazzi di Menarè se ne è aggiunto anche qualcuno di Scomigo».
 
Questa attenzione non si è fermata lì, ma è continuata con l’incontro “ACR sotto le stelle”, dove sono stati invitati i genitori dei ragazzi per far conoscere l’attività dell’Azione Cattolica, con l’aiuto di responsabili associativi diocesani. La collaborazione con le famiglie infatti è molto importante per l’esperienza educativa proposta dall’ACR. Creare delle relazioni con loro, consente di instaurare un rapporto di reciproca fiducia e permette di guardare all’interezza della vita del ragazzo. Insomma come dice un vecchio detto “chi ben comincia è a metà dell’opera”.

 
di Chiara Basei
L’Azione, 10 novembre 2013