VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

gennaio 2019
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031EC

NEWS ACVV

Orchestriamo la Pace
Giunta all'ottava edizione, l’Azione Cattolica di Vittorio Veneto propone una serata in cui giovani e adulti si scambiano idee e speranze di pace attraverso i segni e i suoni del mondo musicale. L'appuntamento Orchestriamo la Pace è sabato 19 gennaio 2019 in patronato a Motta di Livenza. L'evento, che quest'anno si avvale della collaborazione con il Centro Studi La Pira, inizia alle ore 20.00 con un buffet aperto a tutti per proseguire poi con lo spettacolo musicale a partire dalle 21.00. Le esibizioni musicali e le forme artistiche presentate avranno come sfondo il tema del messaggio del Papa per la giornata mondiale per la Pace “La buona politica al servizio della pace". Ingresso libero.

Feste della Pace
A conclusione del Mese della Pace, vengono organizzate le feste foraniali per la Pace. Questo il calendario: domenica 20 gennaio: a Campodipietra per Mottense - Torre di Mosto e a Cordignano per Pedemontana. Sabato 26 gennaio a Vazzola per La Colonna. Domenica 27 gennaio a Sacile per Sacilese e a Piavon per Opitergina. Domenica 10 febbraio a Gaiarine per Pontebbana. Durante le feste verrà proposta l'iniziativa "Abbiamo riso per una cosa seria" che sostiene progetti che promuovono l'agricoltura familiare dei contadini del nord e del sud del mondo, contro lo sfruttamento del lavoro e del territorio. Ci saranno a disposizione delle confezioni sottovuoto di riso da 500 grammi.

Incontro Coordinamento foraniale e presidenti della forania Opitergina
I presidenti parrocchiali e il coordinamento della forania Opitergina si incontrano con la presidenza diocesana giovedì 31 gennaio, alle 20.30, nella parrocchia di Lutrano, sale dell'oratorio.

EVENTI

Incontro Presidenti Parrocchiali Triveneto OrchestriAmo La Pace 2019 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

CHI AMA EDUCA

Chi Ama Educa… a scegliere?

 
Torna dopo due anni il focus “Chi ama educa…”, promosso dall’Azione Cattolica ed in collaborazione con l’Ufficio Catechistico, che pone al centro l’impegno per una rinnovata cura educativa.
 
Nel decennio che la Chiesa ha deciso di dedicare all’attenzione per l’emergenza educativa, questo appuntamento si è dimostrato importante per approfondire, confrontarsi e impegnarsi e per aprire nuove prospettive di impegno educativo nei diversi ambiti di vita: famigliare, scolastico, pastorale e sociale. Nello specifico quest’anno vorremo affrontare il tema dell’educare alle scelte. Tematica questa che abbiamo scelto, come AC, come filo conduttore di tutti i nostri incontri e proposte formative-educative per gli educatori.
Il forum è organizzato in tre incontri: mercoledì 3 maggio, mercoledì 8 e venerdì 10 maggio.
 
Il primo incontro “Strade possibili per EDUCARE ALLE SCELTE” è strutturato in laboratori per ambiti educativi (educatori-allenatori, catechisti, insegnanti, genitori); ovvero con metodo narrativo e laboratoriale si cercherà di trarre dall’esperienza di ciascuno quali sono le strategie educative efficaci attuate e quali le difficoltà nell’accompagnare alle scelte.
 
Mercoledì 8 maggio interverrà la dott.ssa Paola Bignardi pedagogista, già presidente nazionale dell’AC sul tema “SCEGLIERE…MISSIONE POSSIBILE” . La relatrice partendo dagli spunti emersi dai laboratori ci condurrà nella riflessione sul significato dell’educare alle scelte, in particoalre sui presupposti educativi, antropologici e religiosi, sulle strategie che le diverse agenzie educative possono attuare e sulle possibili sinergie educative.
 
Per il terzo incontro è stata organizzata una tavola rotonda “CHI AMA, EDUCA insieme alle scelte…” composta da membri delle diverse agenzie educative in particolare scuola, comunità religiosa e mondo dello sport e del sociale attivi nel nostro territorio diocesano. L’incontro si pone la finalità di comprendere quali siano le esperienze di ciascuno sull’educare e sull’importanze dell’educare alle scelte; inoltre di valutare quali siano le risorse del loro ambiente di comptenze attuate e attivabili ed in particolare quali possano essere le sinergie educative fattibili ed attualizzabili nel nostro territorio.

 
di Fanny Mion
L’Azione, 28 aprile 2013