VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

SANTA PASQUA 2013

Non lasciamoci rubare la Speranza

 
Riprendo e faccio mio l’augurio che Papa Francesco ha rivolto ai giovani radunati in piazza San Pietro nella domenica delle Palme. E’ un augurio che vale per tutti e per ciascuno, per la nostra Chiesa diocesana e per la nostra Ac, per la situazione politica ed economica, per le relazioni e per i sogni-progetti di bene che portiamo nel cuore: non lasciamoci rubare la Speranza.
Non lasciamoci ‘rubare’ Gesù Cristo, la possibilità di riconoscerlo, d’incontrarlo nella Parola, nei sacramenti, nelle persone, nella Provvidenza che segna e accompagna le nostre giornate. Sarebbe il più grave “deficit” di Speranza! E’ Lui la nostra Speranza!
 
Non lasciamoci “rubare” il Cristo crocifisso. “Camminare, edificare, confessare Gesù Cristo crocifisso” ci ricordava il Papa nei giorni scorsi. Non c’è immagine che ricordi di più e meglio il nostro “essere amati” aldilà di tutto. Quelle braccia spalancate, inchiodate per sempre ad abbracciare il mondo, sono segno del valore profondo che la vita e la storia di ciascuno ha per il Signore, e non smettono di provocarci a sentire fratello il nostro prossimo “crocifisso“, dal più vicino ai più lontani.
 
Non lasciamoci “rubare” il Cristo Risorto, l’investimento più sicuro, per una vita che già oggi è nel “per sempre”, “al sicuro” del Suo Amore. Scopriamo nella Sua Risurrezione la possibilità continua e quotidiana di risorgere sperimentando quanto lo “stare alla sua presenza” sia un moltiplicatore di speranza e di coraggio per raccontare la gioia di credere in Lui.
 
Buona Pasqua, di Speranza. Una Speranza certa!

 
di Diego Grando
L’Azione, 31 marzo 2013