VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

dicembre 2013
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031EC

NEWS ACVV

ISCRIZIONI CAMPI ESTATE 2019
Da lunedì 6 maggio sono aperte le iscrizioni ai campi per quanti, ragazzi, giovani ed adulti non iscritti all'Azione Cattolica, desiderano parteciparvi. Per info: Ufficio diocesano 0438/940374, sito www.acvittorioveneto.it.

Apertura di Casa Cimacesta
Casa Cimacesta, in vista dell'ormai vicino inizio dei campi scuola, ha bisogno di un accurato riordino delle villette e degli spazi esterni. Chiediamo di dedicare uno dei prossimi fine settimana a chi, conoscendo la realtà della Casa e condividendone lo scopo, desidera partecipare ai lavori di apertura, segnalando la propria disponibilità in Ufficio diocesano (0438/940374). La proposta potrebbe essere un'opportunità, per i gruppi 18enni e giovani, di condivisione di una giornata nel servizio. Questi i fine settimana: 25-26 maggio; 1-2 giugno; 8-9 giugno.

Incontro di spiritualità adulti e terza età
Terzo appuntamento di spiritualità in programma per sabato 25 maggio a Motta di Livenza, Basilica della Madonna dei Miracoli. Dopo l'accoglienza iniziale, alle 9.30 santa Messa cui seguirà la riflessione sul tema :"Di generazione in generazione... Maria madre della vita". Ci sarà poi uno spazio adeguato per le confessioni; le conclusioni intorno alle 12.15. Per iscrizioni ed informazioni: Ufficio diocesano AC 0438/940374.

Gli adultissimi incontrano Papa Francesco Anche un gruppo di adultissimi della nostra diocesi partecipa all'incontro con Papa Francesco mercoledì 29 maggio, in Piazza San Pietro. Il programma prevede poi la celebrazione della Santa Messa in Basilica con il cardinale Angelo Comastri, cui seguiranno le testimonianze di adulti, nonni e nipoti dell'Ac.

EVENTI

Festa Unitaria 2019 - Sapore di Sale Incontro Nazionale Adultissimi - Di Generazione In Generazione Estate Eccezionale 2019 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

LESSICO ASSEMBLEARE

“Passione per il Vangelo… Passione per i fratelli…”
La scelta religiosa dell’AC

 
La riflessione sulla scelta religiosa dell’Azione Cattolica, a partire dallo Statuto del 1969, trova il suo fondamento nella spinta innovativa del Concilio Vaticano II. Essa significò, e significa ancora oggi, riaffermare il primato di Dio, la centralità di Cristo e la passione dei laici per la missione della Chiesa.
Non volle essere l’invito ad occuparsi soltanto di “affari interni” alla comunità ecclesiale; anzi è, ancor oggi, un programma di santità laicale che attinge dalla Parola di Dio e dall’Eucarestia lo slancio per l’evangelizzazione e per l’animazione cristiana della città degli uomini.
 
La scelta religiosa è il modo di essere e di agire dell’AC. E’ la sua essenza, il suo carattere costitutivo… in una parola la sua identità. Essa sta a significare una scelta profondamente ecclesiale e pastorale: ciò non significa chiudersi nell’ambito spirituale, ma tradurre il messaggio della Chiesa e del Concilio nella realtà, dentro gli infiniti problemi che attanagliano la società civile e politica. La “Gaudium et Spes” infatti esorta i laici a realizzare una feconda sintesi fra fede e vita. La scelta religiosa è scelta missionaria, di laici che, fedeli al Magistero, sono davvero lievito evangelico nella pasta del mondo.
 
E oggi credo che sia ben interpretata nelle priorità che l’Associazione dà alla scelta educativa e formativa in ordine alla evangelizzazione; una priorità rivolta alla promozione dell’uomo in tutte le sue dimensioni.

 
di Dante Dal Cin
L’Azione, 29 dicembre 2013

 
 

TESSERAMENTO 2014

Le strade dell’adesione

 
Due voci per raccontare le ragioni attraverso le quali si è arrivati a scegliere di far parte dell’Ac.
 
“Mi chiamo Sonia e sono aderente adulta all’AC da due anni; il mio è un percorso un po’ particolare, che mi ha portato a ricevere i sacramenti dell’iniziazione cristiana in età adulta, dopo una scelta più consapevole dei valori del Vangelo. Le motivazioni che mi portano oggi ad essere parte del progetto di AC, invece, risalgono a quando un’altra aderente, Prisca, mi propose di partecipare alle riunioni del gruppo adulti: certo, conoscevo l’ACR – da bambina l’avevo frequentata e ne conoscevo i valori – ma non sapevo che questo cammino di crescita cristiana potesse continuare anche dopo.
Così mi sono ritrovata catapultata in una cerchia di persone che, come me, cercano di far maturare in continuazione la propria fede cristiana: la parte più bella è proprio la condivisione delle domande forti che interrogano l’uomo a qualsiasi età e che questa ricerca viene fatta da persone contente di essere cristiane. Ecco: per me essere in AC è un modo di essere felice e credente, ma in modo continuativo.”
 
 
“Sono Federico, ho 24 anni, appartengo alla parrocchia di Farra di Soligo e qualche giorno fa mi sono laureato in giurisprudenza presso l’Università di Trento, discutendo una tesi di diritto ecclesiastico sul ruolo delle conferenze episcopali.
Durante gli anni di studio, tra le cose belle che mi sono capitate, forse la più bella, è stata conoscere la FUCI. E non lo dico solo perché grazie alla federazione degli universitari cattolici ho riscoperto il metodo ed il senso dello studio, ma perché ho sperimentato in concreto la fraternità che può nascere dalla condivisione in gruppo di cultura, idee ed esperienze di fede.
Aderire all’AC ora mi è sembrato lo sbocco naturale di quell’impegno dei laici che nel mondo, ecclesiale e civile, si esprime in vari modi. I percorsi di formazione proposti dall’associazione credo continueranno ad aiutarmi a crescere come laico adulto che, alla scuola dell’unico Maestro, sa esprimere, in ogni ambito ed in prima persona, un pensiero critico capace di interpretare questa storia e di ridarle speranza. Esiste uno stretto legame, anche statutario, tra ACI e FUCI e per questo lavorare in Azione cattolica è continuare l’impegno per far crescere comunità all’interno del nostro, sempre più frantumato, contesto sociale.”

 
L’Azione, 29 dicembre 2013