VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

Vicini di stanza

 
Mattina di un giorno qualunque, pochi minuti alle nove, salire al primo piano dell’edifico che ospita l’ufficio diocesano di Azione Cattolica e incontrare la porta socchiusa di chi, oltre all’Associazione San Vincenzo, “abita accanto”. Il vicino più prossimo, abituale, con il quale immancabilmente scambio un “Buon giorno don Giovanni”. E’ il direttore del periodico “Il Nostro Impegno” oltre ad essere stato, fino a poco tempo fa, responsabile dell’Ufficio diocesano Comunicazioni. Spesso il saluto interrompe la preghiera fedele sul breviario. Ora però la porta è chiusa e deserto l’ufficio. Don Giovanni, un paio di mesi fa ha subito un improvviso malore che lo costringe a stare lontano dalla vita abituale, carica di interessi e di impegni, nonostante la ragguardevole età.
Adesso non incontro e non saluto nessuno, arrivando in ufficio. Mi dispiace proprio, anche se il rapporto con don Giovanni era quanto mai improntato all’essenzialità. Ma poter dire: “Vado in posta, torno subito!” sapeva da compagnia, da vicinanza. Anche la “stanza dei libri” che ha inventato per mettere in circolo testi non più usati, che si possono prendere gratuitamente o con una offerta destinata al Baby Hospital di Betlemme, sembra spaesata.
Dal questo angolo del giornale diocesano L’Azione, di cui è stato per moltissimi anni valente direttore, vogliamo augurare a don Giovanni una buona ripresa e raccontargli come, un paio di settimane fa, un papà sia arrivato in Ufficio AC, e avendo destinato, in occasione della nascita del quarto figlio, una somma considerevole proprio ai piccoli ospiti del Baby Hospital di Betlemme, si sia portato a casa il pieghevole ideato per pubblicizzare la stanza dei libri allegandolo alla ricevuta, quasi a completare il suo intenso gesto di riconoscenza per il dono di una nuova vita. Perché le indicazioni di bene superano anche la momentanea assenza di chi le ha pensate. Auguri don Giovanni!

 
di Elisa Moretto, L’Azione, 6 maggio 2012