VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

Domenica 26 Gennaio
gennaio 2020
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031EC

NEWS ACVV

Consiglio diocesano
Alle date già stabilite in calendario si aggiunge un incontro del consiglio diocesano giovedì 9 gennaio 2020, alle 20.30, nell'oratorio di Lutrano. All'OdG l'approvazione del bilancio 2018/19.

Orchestriamo la Pace
Anche quest'anno l'Azione Cattolica di Vittorio Veneto propone una serata in cui giovani e adulti si scambiano idee e speranze di pace attraverso i segni e i suoni del mondo musicale. L'appuntamento Orchestriamo la Pace, giunto alla sua nona edizione, è sabato sera 11 gennaio 2020, nell'aula magna del Seminario a Vittorio Veneto.

Assemblee foraniali
Seconda tappa del percorso verso la XVII assemblea elettiva, nel mese di gennaio vengono eletti i cordinamenti foraniali. Queste le date fin qui stabilite: forania Sacilese venerdì 10 gennaio a Sacile; forania La Vallata, lunedì 13 gennaio a Valmareno; forania Opitergina, lunedì 13 gennaio ad Oderzo; forania La Colonna, lunedì 13 gennaio a Vazzola; forania Mottense, venerdì 17 gennaio, a Cessalto. Per tutti: inizio alle 20.30.

Percorso etico
Secondo incontro del percorso etico 2019/2020 "Abitare la vita. Dal concepimento alla morte naturale". L'appuntamento è ad Oderzo, sala del Campanile, giovedì 23 gennaio, ore 20.30. Sul tema: "Le buone pratiche di chi accoglie, cura e accompagna la vita" intervengono suor Carmelita Follador della Casa Mater Dei di Vittorio Veneto, Francesco Benazzi, direttore generale AULSS 2 Marca Trevigiana, Paola Paiusco, direttore UOC Cure Palliativa AULSS 2, Maria Eufrasia Valori, vice presidente ADVAR Treviso. Coordina Marco Zabotti, direttore scientifico Istituto Beato Toniolo. Le vie dei Santi.

EVENTI

Cammino Assembleare 2020 Orchestriamo la Pace 2020 Mini-Campo 18enni e Giovani 2019 ACRcinquanta AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Instagram AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

L’AUGURIO DEL VESCOVO AUSILIARE DI SARAJEVO

Un augurio che viene da lontano

 
Abbiamo chiesto al vescovo ausiliare di Sarajevo, mons. Pero Sudar, persona significativa, geograficamente lontana, ma vicina al cuore dell’associazione e della nostra Chiesa diocesana, di formulare un augurio che sia l’eco della porzione di mondo nella quale e per la quale egli vive e che ci aiuti ad avere una dimensione universale, proprio per il mistero dell’Incarnazione che celebriamo nel Natale.
 
Ben volentieri accolgo l’invito dell’Azione Cattolica diocesana di Vittorio Veneto, a rivolgere i miei più fervidi auguri di Santo Natale. Lo faccio da Sarajevo, città che con le sue colline illuminate nella notte e i molti stranieri presenti, ma non solo, ricorda proprio Betlemme.
 
Le violenze e le stragi, la distruzione e l’impoverimento provocati da una guerra terribile si sono trasformati in paura esistenziale da cui solo Dio può liberarci. Il peso della strisciante intolleranza etnica e religiosa rende difficile la speranza della gente e mette anche la Chiesa di Dio a dura prova. Anche per questo suo aspetto Sarajevo è simile a Betlemme. Ecco perché Sarajevo, oltre a questa somiglianza notturna con Betlemme, di Gesù ha tanto bisogno; la città attende che Gesù nasca in essa anche oggi.
 
Dio si è fatto uomo in Gesù Cristo per liberarci dal potere umano, piantando le radici della nostra speranza nella realtà divina. La libertà di diventare figli di Dio ci è già stata donata ma, con la grazia e con il nostro impegno, deve crescere e portare frutto nella vita di ogni persona, per il bene del mondo intero. Ecco perché il Natale è una festa che dà senso eterno all’impegno, ma anche alle sofferenze di tutti, soprattutto di coloro che credono e confidano in Cristo.
 
Un Santo e gioioso Natale e un prospero Anno nuovo auguro a tutta la Chiesa di Dio che è in Vittorio Veneto, e in modo particolare all’Azione Cattolica diocesana a cui mi sento legato con sentimenti di stima e gratitudine.

 
+ Pero Sudar
L’Azione, 23 dicembre 2012