VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

dicembre 2018
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31EC

NEWS ACVV

Veglia associativa
Venerdì 7 dicembre, alla vigilia della solennità dell’Immacolata, nella chiesa di Tezze di Piave, con inizio alle 20.30, presieduta dal Vescovo Corrado, ci sarà la Veglia associativa diocesana. Sono invitati giovani ed adulti, responsabili, educatori e quanti vogliono prepararsi con intensità alla festa dell’Immacolata.

8 dicembre, festa dell’adesione
Nel giorno dell’Immacolata l’Azione Cattolica celebra la giornata dell’adesione. Le associazioni parrocchiali festeggiano nei modi più diversi, ma il momento comune e più significativo resta la benedizione delle tessere durante la Santa Messa.

Incontro Coordinamento foraniale e presidenti di Conegliano e Vittorio Veneto
I presidenti parrocchiali e il coordinamento foraniale di Conegliano e Vittorio Veneto si incontrano con la presidenza diocesana martedì 11 dicembre, alle 20.30, nella parrocchia di San Rocco a Conegliano.

Convegno nazionale educatori
"Chiamati a scoprire il sapore" il tema del Convegno nazionale educatori Acr che si svolge a Roma dal 14 al 16 dicembre prossimi. Accompagnati da don Paolo Astolfo, assistente diocesano Acr, vi parteciperanno 5 educatori della nostra diocesi.

Minicampo invernale
"Sogna, vinci, scegli" il titolo del mini campo invernale per 18enni e giovani dai 19 ai 30 anni. Si svolge a Nebbiù, nella Casa Apina Bruno e Paola Mari da venerdì 28 a sabato 29 dicembre. E' una nuova opportunità per vivere insieme un momento di formazione e festa, anche alla luce del Sinodo appena concluso. Per info: Ufficio Ac 0438/940374; Mirko 349/0059503.

EVENTI

Sogna, Vivi, Scegli Sinodo dei Giovani 2018 Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

UMILTA’ E SANTITA’, NEL SEGNO DI GIUSEPPE TONIOLO

 
Giuseppe Toniolo ha espresso più volte il desiderio di essere sepolto a Pieve di Soligo, il paese della sposa Maria Schiratti che egli tanto amava, sicuro che gli umili di campagna avrebbero deposto un “requiem” sulla sua tomba.
 
Ecco in vita e in morte il profondo legame di stima e affetto di Toniolo con le genti del Quartier del Piave e della terra trevigiana, che anche l’Azione cattolica parrocchiale di Pieve sente di condividere esprimendo riconoscenza per il grande onore che chiama alla responsabilità.
Innanzitutto, nel segno dell’umiltà lontana dai protagonismi, perché la santità è fatta di comportamenti semplici e coerenti, senza la ricerca della fama e della notorietà, con lo spirito di comunione autentica. Toniolo lo dimostrò ogni giorno con il suo stile esemplare, discreto, cordiale, mai presuntuoso ed egoista, in famiglia, all’Università, nella Chiesa, nell’animazione del movimento cattolico, e questo suo esempio è più che mai attuale, impegnativo e necessario perché il nostro cristianesimo sia amato e credibile. Inoltre, la sfida della santità, anzi della necessità di “una comunità di santi”, nella ricerca di un modello di vita quotidiano che affascini, attragga e annunci il Vangelo con semplicità, con il sorriso, con l’ottimismo della speranza cristiana.
 
Con questi pensieri, l’Azione cattolica parrocchiale di Pieve di Soligo, ha rafforzato l’impegno in vista della Beatificazione di Giuseppe Toniolo. Infatti ha favorito la partecipazione alla S. Messa di ogni 7 del mese in Duomo, per far conoscere il Toniolo nei gruppi ragazzi, giovani e adulti. Ha preso parte attiva all’organizzazione di celebrazioni e momenti formativi e culturali, in particolare l’assemblea diocesana di Azione Cattolica al Careni nel settembre 2011, i riti in Duomo per Toniolo Beato, gli incontri con l’ACR coinvolgendo genitori e famiglie della forania, il convegno con il ministro Ornaghi a fine marzo 2012 e l’appuntamento con i responsabili del settore giovani AC del Triveneto, svoltosi a Pieve a metà aprile, con la visita alla tomba del Toniolo presente il vescovo Eugenio Ravignani, fino al pellegrinaggio a Roma, nel quale è stata importante e significativa la partecipazione di responsabili e aderenti dell’AC parrocchiale.

 
di Mariaregina Dal Ben
L’Azione, 3 giugno 2012