VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

dicembre 2018
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31EC

NEWS ACVV

Veglia associativa
Venerdì 7 dicembre, alla vigilia della solennità dell’Immacolata, nella chiesa di Tezze di Piave, con inizio alle 20.30, presieduta dal Vescovo Corrado, ci sarà la Veglia associativa diocesana. Sono invitati giovani ed adulti, responsabili, educatori e quanti vogliono prepararsi con intensità alla festa dell’Immacolata.

8 dicembre, festa dell’adesione
Nel giorno dell’Immacolata l’Azione Cattolica celebra la giornata dell’adesione. Le associazioni parrocchiali festeggiano nei modi più diversi, ma il momento comune e più significativo resta la benedizione delle tessere durante la Santa Messa.

Incontro Coordinamento foraniale e presidenti di Conegliano e Vittorio Veneto
I presidenti parrocchiali e il coordinamento foraniale di Conegliano e Vittorio Veneto si incontrano con la presidenza diocesana martedì 11 dicembre, alle 20.30, nella parrocchia di San Rocco a Conegliano.

Convegno nazionale educatori
"Chiamati a scoprire il sapore" il tema del Convegno nazionale educatori Acr che si svolge a Roma dal 14 al 16 dicembre prossimi. Accompagnati da don Paolo Astolfo, assistente diocesano Acr, vi parteciperanno 5 educatori della nostra diocesi.

Minicampo invernale
"Sogna, vinci, scegli" il titolo del mini campo invernale per 18enni e giovani dai 19 ai 30 anni. Si svolge a Nebbiù, nella Casa Apina Bruno e Paola Mari da venerdì 28 a sabato 29 dicembre. E' una nuova opportunità per vivere insieme un momento di formazione e festa, anche alla luce del Sinodo appena concluso. Per info: Ufficio Ac 0438/940374; Mirko 349/0059503.

EVENTI

Sogna, Vivi, Scegli Sinodo dei Giovani 2018 Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

GIUSEPPE TONIOLO

Verso la beatificazione

 
Sono ormai solo quindici giorni a separarci dal grande evento della Beatificazione di Giuseppe Toniolo, laico, sposo, padre e docente, al servizio della società il cui messaggio mantiene anche oggi tutta la sua freschezza, sia per la Chiesa che per la società italiana.
 
Ci piace pensare che le oltre 400 persone già iscritte che dalla nostra diocesi partiranno per Roma vivano l’orgoglio di accompagnare a questa grande festa un fratello nella fede che “ce l’ha fatta! Lui davvero ha saputo realizzare i talenti che il Signore aveva posto nelle sue mani e fare della sua vita un capolavoro” (Giovanni Paolo II).
 
E’ interessante guardare, soprattutto in questi giorni, ad una affermazione di Mons. Sorrentino, postulatore per la causa di beatificazione: “Toniolo seppe ‘interrogarsi’ di fronte agli eventi della sua generazione, da quelli economici a quelli politici, e seppe insieme ‘interrogare’ i suoi contemporanei, chiamandoli alla serietà dello studio e dell’azione. Di fronte allo scenario complesso e inquietante in cui ci siamo cacciati, dovremmo imitarlo nel porci con umiltà la domanda: ‘Dove abbiamo sbagliato? E da dove dobbiamo ricominciare?”
 
E di certo questo tempo pasquale e la concomitanza con questo momento di crisi aiuteranno quanti si recheranno a Roma a chiedere, per sua intercessione, la virtù della Speranza: ”Toniolo aveva paura proprio del crollo della speranza – aggiunge Mons. Sorrentino – ai cattolici riconosceva il compito di essere, per tutti, un ”serbatoio” di speranza, se non altro per la loro fede. Meglio ancora, per una fede vissuta anche nella concretezza dell’impegno storico. Sono perfettamente d’accordo con lui, nel ritenere che possiamo ripartire, e con speranza. Che egli, economista, venga beatificato nel pieno di una crisi economica mondiale, mi sembra di buon auspicio”.

 
di Diego Grando
L’Azione, 15 aprile 2012