VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa. Mercoledì 4 luglio al via il terzo campo per Casa Cimacesta. Ottantadue sono i ragazzi di prima e seconda media che vi partecipano, provenienti da venticinque diverse parrocchie della diocesi, nove gli educatori guidati dal capocampo Roberto Amadio e dall'assistente don Andrea Dal Cin, con Mariuccia Nardin capocasa e AnnaRita Barzan cuoca.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

28-30 DICEMBRE 2011: ESERCIZI SPIRITUALI DEI 18ENNI

Ragazzi che scelgono di essere cristiani

 
Tre giorni, dal 28 al 30 dicembre. Tre giorni per ritrovare quel silenzio, quel deserto, per “preparare la via del Signore, raddrizzare i suoi sentieri” (cit. Marco 1,2-4).
 
Nella meravigliosa cornice di Castel San Martino di Vittorio Veneto, ventitré ragazzi della diocesi, accompagnati da quattro educatori e un assistente, si sono interrogati su come mettersi “sui passi di Gesù”.
Gli esercizi spirituali sono quella opportunità per approfondire il nostro essere cristiani e il nostro rapporto con Dio. Sono un momento personale di riscoperta, di messa in discussione e, come tutti gli esercizi, di fatica.
Questo percorso non è però improvvisato! La guida “didattica” che ci ha accompagnati è stato il Vangelo di Marco, con il quale Don Luigino ci ha provocati facendo scaturire delle domande per riflettere.
 
Nella nostra “Nàzaret” quotidiana non è per niente facile trovare dei momenti per vivere, quell’intimità, quel rapporto Padre-Figlio che c’è tra noi e Dio. Non sempre ci si ferma e ci si chiede: “cosa significa per me preparare la strada del Signore? “ oppure riflettere su “ chi è il fondamento della nostra vita?”.
“Cristiani al giorno d’oggi lo si è per scelta” e il messaggio delle brevi parole che ci ha rivolto un altro ospite di Castel San Martino in questi giorni, il famoso giornalista Luigi Accattoli. Questa frase mi ha molto colpito. Pensandoci bene è proprio vero e noi lì presenti in questi tre giorni ne abbiamo dato una piccola prova.
 
Noi giovani non possiamo non ringraziare per queste opportunità, uniche e al contempo indispensabili per crescere. Mi sento di dover ringraziare pubblicamente Michele, Giulia Diletta, Federico, Elisa, don Luigino e la presidenza dell’Azione Cattolica, per averci accompagnato in questa breve ma intensa tappa.
Un desiderio per il nuovo anno è che queste proposte siano accolte da quanti più giovani possibile, e continuino ad essere una tappa di chi sceglie di essere cristiano.
 

 
di Altinier Francesco
2 gennaio 2012