VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

gennaio 2020
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031EC

NEWS ACVV

Consiglio diocesano
Alle date già stabilite in calendario si aggiunge un incontro del consiglio diocesano giovedì 9 gennaio 2020, alle 20.30, nell'oratorio di Lutrano. All'OdG l'approvazione del bilancio 2018/19.

Orchestriamo la Pace
Anche quest'anno l'Azione Cattolica di Vittorio Veneto propone una serata in cui giovani e adulti si scambiano idee e speranze di pace attraverso i segni e i suoni del mondo musicale. L'appuntamento Orchestriamo la Pace, giunto alla sua nona edizione, è sabato sera 11 gennaio 2020, nell'aula magna del Seminario a Vittorio Veneto.

Assemblee foraniali
Seconda tappa del percorso verso la XVII assemblea elettiva, nel mese di gennaio vengono eletti i cordinamenti foraniali. Queste le date fin qui stabilite: forania Sacilese venerdì 10 gennaio a Sacile; forania La Vallata, lunedì 13 gennaio a Valmareno; forania Opitergina, lunedì 13 gennaio ad Oderzo; forania La Colonna, lunedì 13 gennaio a Vazzola; forania Mottense, venerdì 17 gennaio, a Cessalto. Per tutti: inizio alle 20.30.

Percorso etico
Secondo incontro del percorso etico 2019/2020 "Abitare la vita. Dal concepimento alla morte naturale". L'appuntamento è ad Oderzo, sala del Campanile, giovedì 23 gennaio, ore 20.30. Sul tema: "Le buone pratiche di chi accoglie, cura e accompagna la vita" intervengono suor Carmelita Follador della Casa Mater Dei di Vittorio Veneto, Francesco Benazzi, direttore generale AULSS 2 Marca Trevigiana, Paola Paiusco, direttore UOC Cure Palliativa AULSS 2, Maria Eufrasia Valori, vice presidente ADVAR Treviso. Coordina Marco Zabotti, direttore scientifico Istituto Beato Toniolo. Le vie dei Santi.

EVENTI

Cammino Assembleare 2020 Orchestriamo la Pace 2020 Mini-Campo 18enni e Giovani 2019 ACRcinquanta AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Instagram AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

CAMPISCUOLA: LA PROPOSTA PER I RAGAZZI DI 4^-5^ ELEMENTARE

Pietro vieni, seguimi!

 
Ebbene si, quest’anno sarà San Pietro ad accompagnare i ragazzi di quarta e quinta elementare nel percorso formativo proposto durante i campiscuola Acr.
Come Gesù invitò Pietro a seguirlo allora, così oggi, proprio attraverso la figura di Pietro, chiama i ragazzi a seguirne le orme.
 
Ma perché scegliere proprio San Pietro a fare da guida a ragazzi di 9-10 anni?
San Pietro non ha avuto una vita facile! Il Maestro lo ha chiamato e gli ha chiesto di seguirlo con una proposta fuori dalla normalità, ma Pietro ha avuto fiducia, ha lasciato tutto ed è diventato suo discepolo. Certo lo ha anche rinnegato e non una, ma ben tre volte!
 
Guardando la sua storia e conoscendolo nella sua umanità, si capiscono le sue debolezze, i suoi dubbi e le sue paure. Queste fragilità sono poi diventate la sua forza, grazie all’amore, al perdono e alla fiducia che Gesù ha riposto in lui. Le debolezze di Pietro sono uguali alle nostre, proprio per questo ci assomiglia molto.
 
Le difficoltà e gli ostacoli che si mettono sul nostro cammino sono gli stessi che ha incontrato lui. È stato uno dei migliori amici di Gesù, eppure lo ha rinnegato e dal suo pentimento è nato il perdono. Pietro è la dimostrazione del fatto che errare è umano ma nel momento stesso in cui riconosciamo di aver sbagliamo,Lui ci ha già perdonato.
 
Anche noi, insieme ai ragazzi, dovremmo imparare a perdonare, e forse questo è l’ostacolo più alto da abbattere, ma così possiamo diventare “amici di Pietro” e di conseguenza “amici di Gesù”.
Saremo suoi discepoli, il suo amore infinito ci aiuterà a compiere piccoli e grandi miracoli, ogni giorno, con gli amici, in famiglia. Aiutati dalla preghiera riusciremo ad arrivare a chi ancora non ha la vera gioia, la felicità che solo Dio dona.
 
Il campo per i ragazzi sarà l’inizio di un cammino in salita, su una strada non sempre dritta, con ostacoli e prove da superare, in cui loro potranno essere “portatori sani” della Buona Novella.
San Pietro ci fa proprio puntare in alto, ma a noi piace così perché sappiamo che la strada in salita poi apre a paesaggi mozzafiato. E allora FIDIAMOCI!

 
di Francesca Cenedese
L’Azione, 24 giugno 2012