VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

dicembre 2019
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031EC

NEWS ACVV

"Anche Si....gnore" Smartbox spiritualità
L 'ultima settimana di novembre e la prima di dicembre vedono realizzarsi, nelle foranie, gli incontri di accostamento alla Parola del Signore per ragazzi di prima, seconda, terza superiore. Questo il calendario: venerdì 29 novembre, ore 20.30 nell'oratorio di Ponte della Priula per la forania La Colonna; sabato 30 novembre, ore 17.30 nell'oratorio di Gaiarine per la forania Pontebbana; domenica 1 dicembre,  dalle 15.00 alle 17.00 dalle suore Saveriane di Ceggia per la forania Torre di Mosto; sabato 14 dicembre, ore 17.00 nell'oratorio di Sacile per la forania Sacilese.

Work in progress
Per gli educatori ACR più giovani sono stati pensati degli incontri di formazione a livello locale. Queste la date del primo appuntamento: sabato 7 dicembre a Ceggia dalle 17 alle 18.30 per le foranie Mottense e Torre di Mosto; domenica 15 dicembre a San Polo di Piave dalle 9 alle 10.30 per la forania Pontebbana, con partecipazione alla Santa Messa a conclusione dell'incontro.

Veglia associativa diocesana
Sabato 7 dicembre, alla vigilia della solennità dell'Immacolata, alle 20.30, nella chiesa parrocchiale di Colle Umberto, l'Azione Cattolica si ritrova in preghiera. "La casa di Maria", il filo conduttore della tradizionale veglia, che riconduce al verbo "abitare", tema associativo dell'anno.

8 dicembre, festa dell’adesione
Nel giorno dell’Immacolata, l’Azione Cattolica celebra la giornata dell’adesione. Le associazioni parrocchiali festeggiano in molti modi diversi, ma è la benedizione delle tessere durante la Santa Messa il momento più significativo.

EVENTI

Mini-Campo 18enni e Giovani 2019 ACRcinquanta AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Instagram AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

Buona Pasqua 2012…
di certo una “novità” per la vita di ciascuno!

 

Gli auguri del presidente Diego Grando

 
Pasqua 2012: Siamo arrivati ad un’altra Pasqua? Un’altra Settimana Santa? Un’altra volta Lui muore in croce? Non vedo l’ora che venga domenica prossima….
Certo, siamo arrivati ad un’altra Pasqua: sembra ieri e invece è passato un anno e ci ritroviamo a ripercorrere la Parola, la liturgia, i riti tanto che ormai rischiamo l’abitudine.
Ed ogni anno a chiederci cosa c’è di nuovo, cosa vuole dirmi…oggi. Ecco penso che quel “oggi”, questo oggi che viviamo sia la vera novità della Pasqua, se vogliamo accoglierla e cercarla. La novità sta in questo anno che è passato e nelle tante settimane (sante?) che abbiamo percorso. La Pasqua non è perciò la “solita”, per chi è chiamato ad “abitare e vivere con fede questa terra” è completamente nuova. Basti appunto pensare alle tante “settimane” in cui cercare e vivere la santità che sono trascorse. Settimane “santificate” dalla presenza continua, costante, ostinata di un Dio che non ha mai smesso di accompagnare e guidare i nostri passi con la Parola, l’Eucaristia, la Chiesa, le persone che fanno strada con noi. Ed oggi scopriamo che in questo cammino Lui continua, a lasciarsi inchiodare le mani in un abbraccio che è per sempre, per tutti e per ciascuno. Continua a indicarci la via della fatica, del dolore, dell’umiliazione, del morire ogni giorno su una piccola o grande croce come l’orizzonte in cui scoprire l’Amore vero e l’eternità.
E quando percorriamo con Lui la settimana che stiamo vivendo non può non nascere il desiderio più vero e più bello che è dei bambini: Non vedo l’ora che venga domenica!
Finalmente c’è festa, è “davvero Risorto”, si ricomincia a suonare e quell’Alleluja diventa canto ed esprime le parole che l’anima fatica a pronunciare.
La Pasqua è attesa continua che quel seme gettato e disposto a morire ci regali un segno di vita e metta un primo germoglio. Abbiamo bisogno oggi più che mai di Pasqua: di germogli, di Speranza, di “passaggi”, di novità, di acque correnti e non stagnanti, di porte spalancate da cui entra il profumo nuovo, di persone disposte ad avere fiducia e “dare la vita” per gli altri, di orizzonti che rivelano una risurrezione personale sempre possibile.
Buona Pasqua 2012…di certo una “novità” per la vita di ciascuno!

 
Diego Grando, presidente diocesano dell’Azione Cattolica
6 aprile 2012