VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

settembre 2019
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30EC

NEWS ACVV

Incontro unitario di inizio anno
Responsabili, educatori, aderenti sono invitati all'incontro che dà ufficialmente avvio all'attività dell'Azione Cattolica per il nuovo anno. L'appuntamento è a San Vendemiano, nell'oratorio Giovanni Paolo II, domenica 22 settembre. Si inizia alle 8.00 con la Messa della comunità per proseguire, dopo l'accoglienza e la preghiera, con la relazione di Fabiana Martini, giornalista, già vice sindaco di Trieste e consigliere nazionale ACR sul tema: "Radici e futuro" Lo Statuto del 1969: le radici dell'Ac. L'ACR: il presente che abita il domani. Seguiranno il dibattito in assemblea e la presentazione del cammino annuale; le conclusione, intorno alle 12.00, con i saluti e lo SpritzAc. Ci saranno a disposizione i testi dell'anno.

EVENTI

Estate Eccezionale 2019 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Instagram AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

Orchestriamo la Pace… e germoglierà la giustizia!

 
E’ stata una serata sicuramente inedita quella che l’AC diocesana ha proposto a conclusione del mese della Pace, venerdì 27 gennaio 2012, al Teatro Careni di Pieve di Soligo: una serata che ha messo al centro la musica, come linguaggio capace di raccontare parole di pace e di giustizia.
Il canto, le note, gli strumenti musicali possono trasmettere in modo immediato e diretto sensazioni ed emozioni; suscitano riflessioni, inducono a mettersi in ascolto, fanno risuonare in noi ciò che ascoltiamo.
Sono state molte e stimolanti le proposte offerte al pubblico nel corso della serata, attraverso il susseguirsi di diversi artisti e formazioni: la Corale Femminile di Vittorio Veneto, la giovane chitarrista vittoriese Nicoletta Naibo, il Corogiovani di Pieve di Soligo, Mauro Da Ros (chitarra e voce), il saxofonista Walter Bonadé, il pianista Andrea De Ros, il Coro Code di Bosco di Orsago.
Ciascuno di essi, con la propria sensibilità, ha presentato ed eseguito alcuni brani sul tema della serata: la pace è frutto della giustizia, è segno di speranza, richiede pazienza e perseveranza, è compassione, scelta e sguardo, richiede tempo, obbliga a fare memoria, conduce all’unità, è prendersi cura…
Non sono mancati, nella data in cui ricorreva il Giorno della Memoria, i riferimenti alle realtà di sofferenza e di dolore: è proprio a partire dalla presa di coscienza della gravità e tragicità di ogni guerra, di ogni forma di violenza, che assume importanza in modo urgente e irrinunciabile il valore della pace.
Pace, che è opera da costruire, come ricordavano le immagini di ponti proiettate sullo sfondo: ciascuno di noi può diventare costruttore di pace se a partire da occasioni di riflessione come questa, passa con coraggio all’azione.

 
di Roberto Bortoluzzi
L’Azione, 19 febbraio 2012