VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

CONVEGNO NAZIONALE INSEGNANTI AC

“Nella scuola con stile per costruire il domani”

 
Domenica 14 ottobre si svolgerà a Roma il primo convegno degli insegnanti promosso dall’Azione Cattolica dal titolo: “Nella scuola con stile per costruire il domani”; un’iniziativa nuova, nata per consolidare l’alleanza educativa tra AC e scuola.
 
Da giovane di Azione Cattolica, aspirante insegnante vicina al traguardo, probabile destinataria dell’ennesimo concorso indetto dall’ultimo ministro dell’Istruzione, ho ricevuto la notizia dell’incontro.
 
In un momento in cui, nonostante la chiara scelta universitaria, sento il mio futuro farsi precario devo ammettere che leggo l’invito a partecipare a Roma come un forte appello alla speranza. Speranza che già il titolo del convegno infonde con il richiamo al domani; un futuro prossimo, vicino, da progettare e custodire. Mi piace sottolineare il come costruire: con stile. Uno stile che è proprio dell’AC fatto di memoria-studio-discernimento-impegno e soprattutto di comunione.
 
Per questo trovo sia importante prendere parte a questo appuntamento, che non è solo per alcuni docenti o per pochi esperti, bensì per tutti coloro che credono nel confronto e che riconoscono l’urgenza della questione educativa.
Le vicende politiche e sociali di questi ultimi mesi sembrano denunciare sempre più la mancanza di testimoni per le nuove generazioni; se però penso a tutte le persone perbene che in AC sono state e sono “credenti credibili” -e alcune di queste sono insegnanti!- capaci di testimoniare con il loro servizio la vita buona del Vangelo, allora capisco come il vero problema sia la difficoltà di far ascoltare il dolce e impercettibile suono dell’albero che, affondando saldamente le radici nel terreno, cresce nonostante la foresta intorno stia cadendo.
 
Penso che nel silenzio tanti bravi insegnanti, che dalla loro hanno in più anche gli strumenti e le riflessioni messe a disposizione dall’Azione Cattolica, stiano lavorando per il bene e che questo sia il momento favorevole per portarne a conoscenza la scuola e la società.
Ecco perché non mancherò.

 
di Giulia Diletta Ongaro
L’Azione, 7 ottobre 2012

 
 
Vedi i dettagli del Convegno nazionale degli Insegnanti di AC.