VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

PERCORSO DI RIFLESSIONE ETICA

L’uomo, povertà e ricchezza, la vita economica

 
Il percorso etico proposto dall’AC diocesana, quest’anno, ha voluto mettere a tema una riflessione sulla dimensione economica della vita dell’uomo. Sarà una proposta propedeutica alla settimana sociale diocesana del prossimo febbraio. L’obiettivo che ci poniamo è quello di guardare la realtà e immaginare un futuro senza perdere di vista il vero bene dell’uomo e il vero progresso dell’umanità. Che relazione vi è fra l’uomo e le cose del mondo? E le istituzioni, fino a che punto sono a servizio di tutto l’uomo? Sono queste le domande da cui partiremo, con i contributi che ci verranno offerti da mons. Luciano Padovese.
 
Sarà poi il laboratorio il momento che aiuterà l’operazione di interiorizzazione e confronto con gli altri, per cercare di arrivare ad una sintesi personale di pensiero su cui basare una scelta di stile e di azione.
Questa ricerca di condivisione e di unità è molto importante. Siamo tutti compagni di viaggio; l’aiutarci a trovare risposte alle questioni è una tipica modalità associativa. Sapere di non essere soli nello sforzo di convertire i nostri progetti al disegno di Dio, dà più forza alla motivazione. Ma è soprattutto la stessa testimonianza che diventa più significativa, perché espressione di una comunità cristiana, segno visibile della Chiesa, corpo di Cristo, comunità di fratelli. Quando in tanti manteniamo la direzione del cammino, rendiamo più facile la visione della meta per tutti.
 
Benedetto XVI, nell’omelia della Messa di apertura dell’Anno della Fede di giovedì scorso, parlando dell’avanzata di una “desertificazione” spirituale, di un deserto che è il vuoto di un mondo senza Dio, ha sottolineato come proprio nel deserto è possibile “riscoprire il valore di ciò che è essenziale per vivere”, ma “nel deserto c’è bisogno soprattutto di persone di fede che con la loro stessa vita, indicano la via verso la Terra promessa e così tengono desta la speranza”. Vogliamo noi provare ad essere come quei sapienti viaggiatori che compiono il loro pellegrinaggio nei deserti del mondo contemporaneo?

di Emanuela Baccichetto
L’Azione, 21 ottobre 2012

 
Vedi i dettagli del Percorso di Riflessione Etica.