VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

dicembre 2018
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31EC

NEWS ACVV

Veglia associativa
Venerdì 7 dicembre, alla vigilia della solennità dell’Immacolata, nella chiesa di Tezze di Piave, con inizio alle 20.30, presieduta dal Vescovo Corrado, ci sarà la Veglia associativa diocesana. Sono invitati giovani ed adulti, responsabili, educatori e quanti vogliono prepararsi con intensità alla festa dell’Immacolata.

8 dicembre, festa dell’adesione
Nel giorno dell’Immacolata l’Azione Cattolica celebra la giornata dell’adesione. Le associazioni parrocchiali festeggiano nei modi più diversi, ma il momento comune e più significativo resta la benedizione delle tessere durante la Santa Messa.

Incontro Coordinamento foraniale e presidenti di Conegliano e Vittorio Veneto
I presidenti parrocchiali e il coordinamento foraniale di Conegliano e Vittorio Veneto si incontrano con la presidenza diocesana martedì 11 dicembre, alle 20.30, nella parrocchia di San Rocco a Conegliano.

Convegno nazionale educatori
"Chiamati a scoprire il sapore" il tema del Convegno nazionale educatori Acr che si svolge a Roma dal 14 al 16 dicembre prossimi. Accompagnati da don Paolo Astolfo, assistente diocesano Acr, vi parteciperanno 5 educatori della nostra diocesi.

Minicampo invernale
"Sogna, vinci, scegli" il titolo del mini campo invernale per 18enni e giovani dai 19 ai 30 anni. Si svolge a Nebbiù, nella Casa Apina Bruno e Paola Mari da venerdì 28 a sabato 29 dicembre. E' una nuova opportunità per vivere insieme un momento di formazione e festa, anche alla luce del Sinodo appena concluso. Per info: Ufficio Ac 0438/940374; Mirko 349/0059503.

EVENTI

Sogna, Vivi, Scegli Sinodo dei Giovani 2018 Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

PER EDUCARE A NUOVI STILI DI VITA

Idrosprecometro: cosa sarà mai?

 
In procinto di essere brevettato a livello internazionale, fa sfoggio di sé a Cimacesta, da quest’anno, l’idrosprecometro. Trattasi di strumento ad alto contenuto tecnologico, atto a misurare la quantità d’acqua prelevata dalla rete idrica che residua nei bicchieri a fine pasto.
 
Nato da una sollecitazione del consiglio diocesano di AC in vista dei campi estivi, per una proposta nuova ed originale che rimarcasse l’importanza di adottare nuovi stili di vita improntati, fra l’altro, al senso di responsabilità e sobrietà, l’idrosprecometro si pone l’obiettivo di convertire in informazione concreta il puro dato dei litri d’acqua raccolti, per meglio comprendere come anche le nostre abitudini possano concorrere ad un mondo migliore. L’idrosprecometro infatti permette di rendersi conto visivamente che l’acqua rimasta nelle caraffe a fine pasto, raccolta durante una settimana di camposcuola, è preziosa perché pari al fabbisogno di molte persone, per molti giorni.
 
In un’epoca in cui l’uso responsabile delle risorse naturali è argomento di grande interesse, l’idrosprecometro e il contesto alpino di Cimacesta sono sicuramente un invito a riflettere sul tema del Creato, su ciò che ci è stato donato dal Signore, su ciò che abbiamo ereditato da chi è venuto prima di noi, su ciò che noi stessi lasceremo ad altri.

 
di Vinicio Sandrin
L’Azione, 24 giugno 2012