VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

Domenica 24 Giugno

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

GIUSEPPE TONIOLO

La targa dell’Azione Cattolica nella casa di Pieve

 
L’Azione Cattolica parrocchiale di Pieve di Soligo si sta preparando con grande impegno all’appuntamento in Roma del prossimo 29 aprile, per la solenne beatificazione del grande economista e sociologo Giuseppe Toniolo. E intanto saluta con soddisfazione i tanti segnali di rinnovata attenzione per la figura dell’esemplare sposo e padre, docente universitario e guida del movimento cattolico tra fine ‘800 e inizi del ‘900. Ad esempio, il recente convegno su “Toniolo innovatore e santo”, svoltosi al teatro Careni di Pieve con la partecipazione tra gli altri del ministro Ornaghi e del Vescovo Pizziolo, ha visto presenti oltre 350 persone da tutta la diocesi, ed è stato molto apprezzato per i contenuti e lo stile. La comunità cristiana pievigina sente il privilegio del profondo legame umano e spirituale con il Toniolo, che il 4 settembre 1878 sposò la concittadina Maria Schiratti nella chiesa intitolata a S. Maria Assunta. Pieve di Soligo divenne da allora il luogo delle ferie annuali della famiglia Toniolo, nell’antica dimora dell’attuale piazza Umberto I, a pochi passi dal Duomo, dove il futuro Beato si raccoglieva spesso in preghiera e contemplazione, presenziava alla S. Messa quotidiana e indossava come associato della Confraternita del Santissimo la cappa bianco-rossa per le processioni. E proprio su un tratto delle mura esterne della casa abitata dai Toniolo, l’Azione Cattolica di Pieve intende porre nel 2012, anno della beatificazione, una targa a futura memoria, in segno di gratitudine per un cristiano laico anticipatore del Concilio e promotore dell’azione ecclesiale e sociale dei cattolici. Come ricorda nei suoi scritti il vice presidente adulti AC Pietro Furlan, appassionato studioso del Servo di Dio, Toniolo affermò più volte in vita: “Desidero essere seppellito a Pieve di Soligo, così gli umili della campagna verranno a deporre qualche Requiem sulla mia tomba”. Così è stato, ed oggi il sepolcro in Duomo è meta costante di fedeli e pellegrini, che nello stesso luogo possono ancora leggere l’iscrizione posta dai giovani di Azione Cattolica della diocesi di Vittorio Veneto nel 75° di fondazione dell’Associazione: “Come ad un altare pellegrinanti qui ci rechiamo, quasi a sciogliere un voto e a trarre gli auspici per i cimenti futuri”.

 
di Mariaregina Dal Ben
L’Azione, 8 aprile 2012