VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

NEWS ACVV

Campi Estate 2017
Mercoledì 14 giugno si apre l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo che vede la presenza di 58 ragazzi di quarta e quinta elementare. Provenienti da 17 parrocchie, conosceranno da vicino le vicende di Davide, cantautore di Dio. Saranno guidati dal capocampo Daniele e dall'assistente don Adriano, con Lorenzo come cuoco e Stefano capocasa. Mercoledì 21 giugno è partito il secondo campo dell'estate che vede la presenza di 81 ragazzi di prima e seconda media, provenienti da 25 parrocchie. Sono guidati dalla capocampo Silvia, dall'assistente don Angelo, con Lisetta cuoca e Nicolò capocasa. Mercoledì 28 giugno 85 bambini di quarta e quinta elementare riempiranno Casa Cimacesta per il loro camposcuola. Provenienti da 16 parrocchie avranno Stella come capocampo, don Federico assistente, Annarita cuoca e Valerio capocasa.

Nuovo indirizzo email
Il nuovo indirizzo di posta elettronica dell'Azione Cattolica diocesana che è: "segreteria@acvittorioveneto.it". Sostituisce il precedente.

EVENTI

#AC150FuturoPresente Chi Ama Educa 2017 Tempo Estate Eccezionale 2017 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

“FRATELLI IN SALITA, DIRITTI ALLA PACE”…
…PRONTI A SPEZZARE IL PANE

 
Con l’inizio del nuovo anno solare e la solenne festa di Maria Madre di Dio, il Santo Padre dona a tutta la Chiesa un messaggio di Pace. È gennaio il mese particolarmente dedicato alla pace e da molti anni l’ACR rende visibile tale attenzione attraverso le feste foraniali della pace.
Il cammino di preparazione alla festa della pace è caratterizzato nelle parrocchie della nostra diocesi da un’importante attenzione missionaria, un’iniziativa che da molti anni è presente nel cammino dell’Azione Cattolica dei Ragazzi: l’operazione SIP (acronimo di Spezziamo il Pane).
Ogni anno i ragazzi dell’ACR della nostra diocesi sono invitati a Spezzare il Pane con chi è meno fortunato, con chi nel mondo vive situazioni di sofferenza e d’ingiustizia. Con l’operazione SIP di quest’anno vorremmo conoscere e comprendere la difficile situazione dei nostri fratelli cristiani in Pakistan, un paese noto purtroppo per episodi di terrorismo e di violenza nei confronti delle minoranze religiose.
Tuttavia, il significato dell’iniziativa di quest’anno è ancor più profondo e in qualche modo speciale, poiché nel cammino saremo accompagnati dalle figure di Shahbaz Bhatti, consigliere del governo pakistano assassinato nel marzo scorso, e di Paul che continua l’impegno del fratello nella difesa dei diritti delle minoranze religiose.
La storia del Pakistan e dei fratelli Bhatti assume un sapore particolare per il rapporto di amicizia e di “gemellaggio spirituale” che si è instaurato negli ultimi mesi tra Paul e l’AC diocesana.
Testimonianze così toccanti di amore per Cristo possono farci riflettere su come sia difficile in certi paesi professare la propria fede ma soprattutto su come questo amore possa portare a scelte impegnative, ma forti e coerenti. Da qui crediamo nascerà il desiderio e la convinzione di poter aiutare concretamente i fratelli cristiani del Pakistan che vivono la loro fede con le fatiche di leggi civili spesso irrispettose dei diritti delle persone.
Il titolo dell’operazione SIP 2012 “Fratelli in Salita, Diritti alla Pace” sta proprio a indicare la forza di quel legame che ha fatto impegnare Shahbaz e Paul per l’affermazione dei principi di giustizia nel loro Paese.
L’ACR vuole dare il proprio contributo; anche nelle nostre realtà, fortunatamente molto più semplici rispetto al Pakistan, gli educatori e i ragazzi sono chiamati a quella testimonianza e quegli atteggiamenti che si concretizzino nella carità verso i nostri fratelli.
Ecco perché, quest’anno, l’operazione SIP è intimamente legata alle Feste della Pace: quando si uniscono le forze si possono fare cose grandi per gli altri, sostenendosi nella fatica del cammino.
Siamo pronti: con i nostri fratelli in salita, diritti verso la Pace!
 
FOCUS
Nel mese della Pace l’Azione Cattolica nazionale propone un’altrettanto importante iniziativa di carità che quest’anno abbiamo deciso di legare all’Operazione SIP diocesana. Ad accompagnare il cammino di Pace quest’anno, infatti, è una borraccia, strumento essenziale per una lunga e faticosa passeggiata in montagna, che può rappresentare un segno profondo di amicizia e condivisione.
Durante le feste della Pace sarà possibile acquistare delle simpatiche borracce e le offerte raccolte saranno devolute in parte all’iniziativa di carità dell’ACR in Bolivia e in parte all’Operazione Sip in Pakistan.

 
di Mirko Chiaradia
L’Azione, 22 gennaio 2012