VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

gennaio 2019
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031EC

NEWS ACVV

Orchestriamo la Pace
Giunta all'ottava edizione, l’Azione Cattolica di Vittorio Veneto propone una serata in cui giovani e adulti si scambiano idee e speranze di pace attraverso i segni e i suoni del mondo musicale. L'appuntamento Orchestriamo la Pace è sabato 19 gennaio 2019 in patronato a Motta di Livenza. L'evento, che quest'anno si avvale della collaborazione con il Centro Studi La Pira, inizia alle ore 20.00 con un buffet aperto a tutti per proseguire poi con lo spettacolo musicale a partire dalle 21.00. Le esibizioni musicali e le forme artistiche presentate avranno come sfondo il tema del messaggio del Papa per la giornata mondiale per la Pace “La buona politica al servizio della pace". Ingresso libero.

Feste della Pace
A conclusione del Mese della Pace, vengono organizzate le feste foraniali per la Pace. Questo il calendario: domenica 20 gennaio: a Campodipietra per Mottense - Torre di Mosto e a Cordignano per Pedemontana. Sabato 26 gennaio a Vazzola per La Colonna. Domenica 27 gennaio a Sacile per Sacilese e a Piavon per Opitergina. Domenica 10 febbraio a Gaiarine per Pontebbana. Durante le feste verrà proposta l'iniziativa "Abbiamo riso per una cosa seria" che sostiene progetti che promuovono l'agricoltura familiare dei contadini del nord e del sud del mondo, contro lo sfruttamento del lavoro e del territorio. Ci saranno a disposizione delle confezioni sottovuoto di riso da 500 grammi.

Incontro Coordinamento foraniale e presidenti della forania Opitergina
I presidenti parrocchiali e il coordinamento della forania Opitergina si incontrano con la presidenza diocesana giovedì 31 gennaio, alle 20.30, nella parrocchia di Lutrano, sale dell'oratorio.

EVENTI

Incontro Presidenti Parrocchiali Triveneto OrchestriAmo La Pace 2019 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

CAMPISCUOLA 2012:

Fare bene il bene

 
Nella lunga e impegnativa estate dell’Ac molte sono le risorse messe in gioco perché il quadro dei campi si componga e si realizzi lo spazio educativo che ogni campo scuola vorrebbe essere. Evidenti sono l’impegno, e la generosità di educatori e sacerdoti assistenti che, con una programmazione entusiasta ed accurata, preparano la settimana per i loro animati. Contenuti, giochi, attività e innumerevoli attenzioni che fanno sentire ogni ragazzo importante ed atteso: il cartellino con il nome, i compleanni puntualmente festeggiati, l’itinerario per l’escursione in sicurezza e a misura di età.
 
Meno visibile ma non meno importante è il lavorio che sta alle spalle, svolto in larga parte da responsabili associativi, prima di tutto dalla Presidenza. Una rete di rapporti, comunicazione e professionalità che permette di cogliere i problemi, di affrontarli e di risolverli. Quelli concreti, legati alla gestione di una casa che ospita ogni giorno un numero rilevante di persone, con una cucina, il personale volontario di servizio, la sicurezza di tutti. La diligenza che richiede una gestione economica e fiscale trasparente ed efficace. Il sostegno a situazioni di difficoltà, non solo finanziarie.
 
Chi conosce, o anche solo intuisce l’impegno che si cela dietro ognuno dei campi che ininterrottamente si susseguono da giugno a settembre, non può che stupirsi per il ripetersi di un miracolo nato non solo dalla generosità di un servizio, ma dalla professionalità dello stesso, perché non basta fare il bene, è necessario farlo “bene”, o almeno, al meglio. Con la logica dei talenti da trafficare che è l’unico modo che ognuno ha di vivere una vita buona.

 
L’Azione, 15 luglio 2012