VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

Domenica 24 Giugno

NEWS ACVV

Campi Estate 2018
Mercoledì 13 giugno è iniziata l'estate nella Casa Cimacesta di Auronzo con il primo campo con la presenza di più di 80 ragazzi. E' un campo "doppio" ovvero bambini delle prime tre classi elementari ( i sei/otto) e ragazzi di quarta e quinta elementare condivideranno lo spazio e i momenti comuni, ma faranno un percorso specifico in base all'età.18 sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Daniele Bolpet capocampo, don Paolo Astolfo assistente, Lorenzo Rizzi cuoco,e Michela Pasini e Olivo Bazzo capicasa. Mercoledì 20 giugno è iniziato un campo di prima e seconda media con la presenza di più di 80 ragazzi. Il percorso formativo, dal titolo "#iostoconGesù", vuole aumentare la conoscenza e la relazione non solo con il Signore, ma anche tra tutti i ragazzi presenti. Attenzione particolare verrà dato al contatto con la natura e all'uso del tempo, aiutando i partecipanti a non sprecarlo ma a valorizzarlo in autonomia. Il gioco sarà strumento assiduo ed indispensabile in ogni giornata. Venti sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Elisabetta Grazian capocampo, don Angelo Arman assistente, Erminia Della Bella cuoca e Valerio De Rosso capocasa. Il vescovo Corrado celebrerà la messa domenica 17 giugno con i genitori e i familiari dei ragazzi presenti. Mercoledì 27 giugno al via un campo di quarta e quinta elementare con la presenza di 84 ragazzi. Ventitre sono le parrocchie di provenienza, una decina gli educatori con Silvia Tubiana capocampo, don Adriano Zanette assistente, Franca Muner cuoca e Fanny Mion capocasa.

EVENTI

Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

NEWS ACI

CAMPISCUOLA 2012:

Fare bene il bene

 
Nella lunga e impegnativa estate dell’Ac molte sono le risorse messe in gioco perché il quadro dei campi si componga e si realizzi lo spazio educativo che ogni campo scuola vorrebbe essere. Evidenti sono l’impegno, e la generosità di educatori e sacerdoti assistenti che, con una programmazione entusiasta ed accurata, preparano la settimana per i loro animati. Contenuti, giochi, attività e innumerevoli attenzioni che fanno sentire ogni ragazzo importante ed atteso: il cartellino con il nome, i compleanni puntualmente festeggiati, l’itinerario per l’escursione in sicurezza e a misura di età.
 
Meno visibile ma non meno importante è il lavorio che sta alle spalle, svolto in larga parte da responsabili associativi, prima di tutto dalla Presidenza. Una rete di rapporti, comunicazione e professionalità che permette di cogliere i problemi, di affrontarli e di risolverli. Quelli concreti, legati alla gestione di una casa che ospita ogni giorno un numero rilevante di persone, con una cucina, il personale volontario di servizio, la sicurezza di tutti. La diligenza che richiede una gestione economica e fiscale trasparente ed efficace. Il sostegno a situazioni di difficoltà, non solo finanziarie.
 
Chi conosce, o anche solo intuisce l’impegno che si cela dietro ognuno dei campi che ininterrottamente si susseguono da giugno a settembre, non può che stupirsi per il ripetersi di un miracolo nato non solo dalla generosità di un servizio, ma dalla professionalità dello stesso, perché non basta fare il bene, è necessario farlo “bene”, o almeno, al meglio. Con la logica dei talenti da trafficare che è l’unico modo che ognuno ha di vivere una vita buona.

 
L’Azione, 15 luglio 2012