VANGELO DEL GIORNO

Il Vangelo del giorno

CALENDARIO

dicembre 2018
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31EC

NEWS ACVV

Veglia associativa
Venerdì 7 dicembre, alla vigilia della solennità dell’Immacolata, nella chiesa di Tezze di Piave, con inizio alle 20.30, presieduta dal Vescovo Corrado, ci sarà la Veglia associativa diocesana. Sono invitati giovani ed adulti, responsabili, educatori e quanti vogliono prepararsi con intensità alla festa dell’Immacolata.

8 dicembre, festa dell’adesione
Nel giorno dell’Immacolata l’Azione Cattolica celebra la giornata dell’adesione. Le associazioni parrocchiali festeggiano nei modi più diversi, ma il momento comune e più significativo resta la benedizione delle tessere durante la Santa Messa.

Incontro Coordinamento foraniale e presidenti di Conegliano e Vittorio Veneto
I presidenti parrocchiali e il coordinamento foraniale di Conegliano e Vittorio Veneto si incontrano con la presidenza diocesana martedì 11 dicembre, alle 20.30, nella parrocchia di San Rocco a Conegliano.

Convegno nazionale educatori
"Chiamati a scoprire il sapore" il tema del Convegno nazionale educatori Acr che si svolge a Roma dal 14 al 16 dicembre prossimi. Accompagnati da don Paolo Astolfo, assistente diocesano Acr, vi parteciperanno 5 educatori della nostra diocesi.

Minicampo invernale
"Sogna, vinci, scegli" il titolo del mini campo invernale per 18enni e giovani dai 19 ai 30 anni. Si svolge a Nebbiù, nella Casa Apina Bruno e Paola Mari da venerdì 28 a sabato 29 dicembre. E' una nuova opportunità per vivere insieme un momento di formazione e festa, anche alla luce del Sinodo appena concluso. Per info: Ufficio Ac 0438/940374; Mirko 349/0059503.

EVENTI

Sogna, Vivi, Scegli Sinodo dei Giovani 2018 Toniolo 100 #TempoEstateEccezionale2018 AC Vittorio Veneto on Facebook AC Vittorio Veneto on Twitter AC Vittorio Veneto on YouTube

CAMPISCUOLA: LA PROPOSTA PER I RAGAZZI DELLE MEDIE

Con Chiara d’Assisi, verso l’alto!

 
Santa Chiara sarà la figura che accompagnerà i ragazzi di prima e seconda media nella proposta educativa che verrà loro offerta durante i campiscuola ACR dell’estate 2012. Cos’avrà ancora oggi da dire a noi, una donna vissuta più o meno ottocento anni fa? Ce lo siamo chiesti e abbiamo scoperto che c’è ancora molto da imparare da Chiara. E’ stata esempio di fedeltà, affidamento, tenacia e umiltà.
 
Chiara ci fa comprendere che c’è un progetto per ognuno di noi, che parte dalla quotidianità , qualsiasi sia la nostra origine, la nostra famiglia, qualsiasi siano i nostri amici o le nostre abitudini. Il progetto c’è, esiste, sta solo a noi decidere di cercare di comprenderlo e di compiere scelte che ci portino verso la sua realizzazione. Scelte quotidiane che nascono in una discussione tra amici, in una richiesta dei genitori, nel relazionarsi con gli altri in un modo piuttosto che in un altro, mettendoci in gioco così come siamo, facendo forza sulle nostre qualità e imparando ad accettare e far tesoro anche delle mancanze.
 
Non ci vengono chieste grandi cose, ma semplicemente quel “qui e ora” che segna le nostre giornate. E qui Santa Chiara ci aiuta ancora una volta, con la sua scelta di povertà, umiltà, ci fa capire come sia fondamentale imparare a tenere conto dell’essenziale, di cosa e chi è veramente importante nella nostra vita e lasciarsi guidare da questo.
 
Compiuta la scelta, ci vuole però la forza di rimanere sulla strada, anche se a volte questa si restringe e diventa un piccolo sentiero in mezzo agli alberi o fiancheggiato da un burrone. Allora la tentazione può essere quella di fermarsi, paralizzati, e non continuare il cammino. E’ questo il momento di alzare lo sguardo verso un punto sicuro, che orienta, e proseguire.
 
Chiara d’Assisi aveva capito che questa forza poteva trovarla solo nella totale fiducia in Cristo, fedele compagno di strada. In ogni momento lei si affida alla preghiera e invita anche noi e i nostri ragazzi a farlo, riconoscendo che Gesù affianca sempre i nostri passi. Come Santa Chiara siamo chiamati a vivere ogni giorno mirando alla santità e compiendo piccole scelte orientate a questo, dove viviamo il nostro tempo: a scuola, in famiglia, con gli amici, rimanendo fedeli all’amore di Gesù.

 
di Chiara Basei
L’Azione, 17 giugno 2012